Pallanuoto, nel recupero Salerno mette la freccia e inguaia Quinto

La Rari Nantes ipoteca la salvezza: nella sfida di ritorno i liguri dovranno vincere con più di 4 goal di scarto per ribaltare tutto

di Davide Maddaluno
Davide Maddaluno
(16 articoli pubblicati)
Rari Nantes Salerno

 Arriva nell'ultima gara di un travagliato 2020 la prima vittoria stagionale della RN Salerno. Il Settebello giallorosso chiude l'anno con un preziosissimo successo interno sul Quinto che vale una prima fetta di salvezza in vista della decisiva sfida di ritorno prevista a gennaio in Liguria che di fatto deciderà quale tra le due formazioni otterrà la salvezza. Nel girone che ha come assoluto padrone la Pro Recco, per i ragazzi di mister Citro era vietato fallire in una "Vitale" riservata a pochissimi intimi. La sfida, valida per il recupero della prima giornata del gruppo A, è equilibratissima almeno per i primi due tempi. Subito avanti i padroni di casa con il guizzo di Tomasic poi i biancorossi alzano la cresta e rimontano con il penalty di Penarai e una beffarda conclusione di Gitto nel mentre i locali perdono anche Fortunato per un duro scontro di gioco. La seconda frazione è una continua altalena di emozioni: lo show di Michele Luongo ha inizio con una chirurgica conclusione in superiorità numerica ma la compagine di Luccianti è più in partita che mai e va a bersaglio con Brambilla e Panerai, intervallati dalla giocata in bello stile di Spatuzzo che elude con una finta il marcatore e trafigge di precisione Pellegrini. La gara del Quinto finisce dopo un prodigioso intervento di Santini su Nora e inizia l'allungo decisivo rarinantino: Luongo è immarcabile e in meno di un minuto mette a referto due reti, la seconda delle quali con una micidiale controfuga. 

Il pallino dell'incontro passa nelle mani dei salernitani che gestiscono alla perfezione la rotazione degli uomini a disposizione e mettono la freccia con il tap-in di Sanges e il primo goal in campionato con la calottina giallorossa per Esposito. L'ex capitano della Canottieri uccella Pellegrini con una deliziosa palombella poi il giapponese Inaba prova a scuotere i suoi ma senza successo. Il Quinto inizia a sbagliare tanto, forzando troppo la conclusione ma è anche sfortunato nel colpire due legni ravvicinati. A mettere in ghiaccio il prezioso vantaggio ci pensano il solito indispensabile Parrilli e Luongo. Nell'ultimo quarto i ritmi calano, la Rari preme per allungare in ottica differenza reti ma dopo il pokerissimo di Luongo e la staffilata di Elez, presta il fianco al veemente ritorno finale del Quinto che va a segno con Gitto su rigore e Bambacciani per poi sbattere sui riflessi del sempre lucido Santini. Finisce 11-7, l'appuntamento per gara 2 è al 2021 sperando possa essere un anno diverso e di svolta per l'intero movimento pallanuotistico nazionale.

Fonte: l'autore Davide Maddaluno

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.