Pallanuoto, Pro Recco dilagante. Hurrà Metanopoli, impresa Lazio

I liguri travolgono la RN Salerno nella ritrovata Punta S.Anna. Successi storici e fondamentali per lombardi e capitolini

di Davide Maddaluno
Davide Maddaluno
(16 articoli pubblicati)
Piscina Punta SantAnna

Terza giornata a scartamento ridotto ma quante emozioni al giro di boa della prima fase dei quattro gironi preliminari della A1 maschile di Pallanuoto. Il Covid impone il rinvio di Trieste-Brescia e Savona-Posillipo con gli alabardati costretti per motivi di sicurezza sanitaria a rinunciare anche alla prima storica partecipazione all'Euro Cup. Si gioca, invece, a Recco dove dopo 10 anni ha riaperto i battenti la piscina di Punta Sant'Anna che rappresenta per il mondo della Waterpolo quello che può rappresentare per il calcio il "Maracanà" o "Wembley". Miglior ritorno non poteva esserci per la compagine recchelina che travolge con l'eloquente punteggio di 18-0 la RN Salerno. I galacticos di Gabriel Hernandez chiudono i giochi già dopo i primi due quarti, realizzando il 100% con l'uomo in più e mettendo in mostra un Francesco Di Fulvio tirato a lucido e autore di cinque reti. Nel tabellino dei marcatori finiscono con una tripletta a testa Gonzalo Echenique e Stefano Luongo che rivince il derby a distanza con il fratello Michele, Mandic e Younger con una doppietta, Figlioli, Ivovic (suo il primo gol del match) e il baby Nuzzo (alla prima marcatura in massima serie) con un acuto ciascuno. Nonostante il pesante passivo per i giallorossi di Salerno, al debutto stagionale, resterà una giornata da ricordare per aver tenuto a battesimo l'inaugurazione (seppur a porte chiuse) del tempio della Pallanuoto italiana. Priva di Cuccovillo, la compagine di patron Gallozzi ha dovuto rinunciare alla vigilia del match anche a Marko Elez, sostituito dal debuttante Andrea Paglietta, prodotto del vivaio e in forza alla formazione Under 20.

Incredibile altalena di emozioni al Foro Italico dove una stoica Lazio supera contro ogni pronostico il Telimar Palermo. Sfida tiratissima, aperta a fine primo periodo da una bordata di Ferrante; poi i capitolini provano l'allungo con lo stesso Ferrante, le parate di Soro, Narciso e Vitale, autore di un gran goal con una deliziosa palombella. I siciliani si rifanno sotto con Migliaccio e Vlahovic, i cui uno-due uniti al guizzo di Del Basso avviano la rimonta concretizzata dal rientrante Marziali in superiorità numerica. Finale incandescente, i ragazzi di Baldineti si fanno travolgere dalla foga agonistica dei terribili giovanotti guidati da Sebastianutti che controrimontano e vanno a vincere con le reti di Vitali, due volte Narciso e l'ex di turno Maddaluno che all'ultimo secondo stoppa l'ultimo assalto ospite facendo esplodere la gioia della panchina biancoceleste (8-7).

Prima, altrettanto storica, affermazione in A1 per il San Donato Metanopoli che non senza qualche patema si sbarazza 11-5 della RN Florentia. I toscani reggono solo nei primi due quarti con Chellini, Di Fulvio e Vukasin lesti nel replicare a Brambilla, al rigore di Lanzoni e Ravina. Dopo l'intervallo lungo i padroni di casa prendono il largo e nonostante qualche errore di troppo in superiorità numerica e il bis di Di Fulvio, vanno a conquistare l'intera posta in palio con le marcature di Di Somma (2), Baldineti, Lanzoni (3), Ravina e Busillacchi. Di Turchini la quinta e ultima realizzazione gigliata.

Fonte: l'autore Davide Maddaluno

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.