Pallanuoto, A2 femminile: il punto alla seconda giornata di ritorno

Milano e Acquachiara conquistano i play-off con tre turni d'anticipo

di Davide Maddaluno
Davide Maddaluno
(39 articoli pubblicati)

E' andata di scena in maniera regolare la seconda giornata di ritorno del campionato di A2 femminile ed è già tempo di verdetti. Ma andiamo con ordine. Nel girone Nord-Ovest il Como si conferma capolista grazie al 10-5 rifilato alla RN Imperia. Le liguri tengono botta grazie ai riflessi di capitan Sowe, autentica pararigori, tra i pali. I due errori dai 5 metri ed una sequenza rapida di pali non spaventano le Rane Rosa che allungano al cambio vasca, trascinate dalla tripletta di Bianca Romanò. Nel finale spazio alla linea verde su ambo i fronti: prime reti in A2 per la comasca Cassano (2004) e la ponentina Iazzetta (2006). Conferma l'inversione di trend l'Aquatica Torino. Altra magistrale performance delle ragazze guidate da Rosario Ferrigno. Contro l'ostica ed imprevedibile Locatelli, è Chiara Perron Cabus a mettere il turbo alle piemontesi con una tripletta d'autore. Nel computo finale decisive anche le doppiette di D'Amico e De March oltre alla bella realizzazione di Bottiglieri a coronamento di una splendida azione corale ed il sigillo di Panattoni. Con il 9-7 finale l'Aquatica agguanta il secondo posto e dopo il turno di riposo proverà a fare scacco matto anche a Como e Rapallo, ieri a riposo.

Nel girone Nord-Est arriva il primo verdetto, ma di dubbi ce n'erano davvero pochi. L'NC Milano (foto Enrico Casiraghi) è aritmeticamente ai play-off e chiude i giochi anche per il primato, aggiudicandosi il big match in casa della RN Bologna. Equilibrio in avvio e conclusione di confronto, nel mezzo meneghine implacabili grazie al pokerissimo di Anna Repetto ed al tris della solita Apilongo: termina 7-12. Primo successo stagionale della Promogest che si aggiudica il pirotecnico confronto con la 2001 Padova (11-10). Determinante la tripletta dell'eterna Simona Abbate, insieme al poker della Simonetti, letale sotto porta. 

Nel girone Centro dopo un mese di stop tra turni di riposo, sosta pasquale e rinvii, torna in vasca la Roma Vis Nova. Le Leonesse di Pierpaolo Carapella sbancano l'insidiosa vasca dei Castelli Romani (4-8), cambiando marcia nel secondo periodo grazie al guizzo vincente di Martucci, in goal anche all'andata. Una serie di ripetuti controfalli fischiati dal direttore di gara alza gli ostacoli per le capitoline che mettono la freccia grazie alla tripletta di capitan Angiulli e chiudono i conti con le realizzazioni di Gilardi, Lomonte e Di Basilio (2). In attesa del recupero con il Volturno, la Vis Nova agguanta nuovamente il primato in condominio con il Tolentino. Vibrante confronto a Santa Maria Capua Vetere tra sammaritane e marchigiane. Il coach-patron Napolitano stavolta deve rinunciare anche a Cipriano tra i pali, sostituita da Raimondo che è costretta ad inchinarsi alle 6 realizzazioni della scatenata Kohli che guida la rimonta ospite dopo l'iniziale predominio locale. Al Volturno non bastano il tris di Bergamo e la vena realizzativa della solita Alessia Fatone, implacabile dai 5 metri, con le ragazze di Martinovic leste dopo l'intervallo lungo a piazzare i colpi del ko con la succitata canadese e Mircoli (2), per il conclusivo 10-12. 

Nel girone Sud l'Aktis Acquachiara sbanca non senza difficoltà la "Scuderi" di Catania e conquista la certezza del pass play-off oltre a ribadire l'ipoteca sul primato nel raggruppamento. Contro un determinato Torre del Grifo, le Ach Girls superano le padrone di casa per 8-11. Avvio favorevole alle etnee che si aggiudicano anche il primo parziale poi esce fuori la qualità della squadra di Barbara Damiani che trova nella baby Di Maria la miglior realizzatrice con una tripletta che fa da spartiacque al match. Senza Mazzola, determinanti si rivelano anche le doppiette messe a referto da Tortora (due palombe da applausi) ed Anastasio che vanificano il poker locale della scatenata Longo. Pronto riscatto per la Brizz che sbanca Cosenza. Autentico show di Roberta Santapaola che con una quaterna fa pendere la bilancia del match dalla parte acese (7-11).

Fonte: l'autore Davide Maddaluno

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.