Atletica: Trost, un bronzo mondiale che vale oro

La friulana ai Campionati Indoor di Birmingham salta 1.93, primato personale della stagione al coperto, e si piazza al 3° posto dietro Lasitskene e Cunningham

di Massimo Pighin
Massimo Pighin
(266 articoli pubblicati)
Alessia Trost

Non doveva esserci, se ne torna a casa con una medaglia. Alessia Trost ha stupito ancora una volta, probabilmente più di altre volte. L’altista pordenonese ha vinto il bronzo ai Mondiali Indoor di Birmingham saltando 1.93, primato stagionale al coperto dell’atleta delle Fiamme gialle che aveva vinto i campionati nazionali con 1.91.

Una misura non sufficiente a mandarla in Gran Bretagna: le è venuta incontro la Iaaf, che le ha concesso il pass per il suo percorso agonistico complessivo. Non un regalo, piuttosto un premio a un’atleta che, dopo aver vinto tutto a livello giovanile, rimane una delle più forti del lotto. E a Birmingham lo ha dimostrato, scrivendo una nuova pagina della sua carriera, un capitolo che rappresenta probabilmente l’avvio di un nuovo percorso.

Nella gara vinta dalla russa Maria Lasitskene (2.01) che ha preceduto la statunitense Vashti Cunningham (stesso 1.93 della Trost, ma con un nullo in meno) – campione uscente -, la friulana si presenta in pedana contratta e fallisce il primo tentativo a 1.84.

La timidezza iniziale si allieva con il secondo tentativo, superato brillantemente. L’1.89 è uno spartiacque fondamentale della gara, visto che non supera tale misura metà delle tredici saltatrici al via. Alessia, invece, ci riesce al primo tentativo, con buon piglio: è in questo momento, con tutta probabilità, che qualcosa scatta nella sua mente.

Capisce che può fare qualcosa di importante. Il primo tentativo a 1.93 non è fortunato, ma alla seconda prova l’altista pordenonese centra l’obiettivo: una medaglia è sempre più vicina, grazie al miglior risultato indoor personale dell’anno.

L’1.96, però, rappresenta una quota quasi impossibile da varcare attualmente per la Trost, che fallisce i tre tentativi. Poco male, il bronzo è suo. Un’enorme iniezione di fiducia, prima di tutto per lei, che ora punta agli Europei di agosto a Berlino, ma anche per tutta la spedizione azzurra.

Fonte: l'autore Massimo Pighin

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.