Lo stop dell’allenamento in palestra incide sul benessere psicofisico

Come allenarsi a casa in attesa delle riapertura delle nostre amate palestre?

di Fabio Faiola
Fabio Faiola
(74 articoli pubblicati)

La Pandemia da coronavirus ha cambiato forzatamente molte abitudini degli abitanti del pianeta ma, in particolare noi italiani, che eravamo abituati a farci le nostre sedute di allenamenti nella nostra amata palestra, improvvisamente ci siamo ritrovati a doverci fermare malvolentieri. Questo stop improvviso, ci ha inizialmente disorientato. Chi, dopo una giornata di lavoro stressante, non è  andato in palestra per sfogare il malumore e allentare le pressioni mentali e ritrovare un po' di benessere psicofisico?

Lo sport, anche non agonistico, rappresenta per molti una valvola di sfogo per riacquistare il buonumore, perché  tutti conosciamo l'importanza delle endorfine, gli ormoni del benessere che entrano in azione quando pratichiamo dello sport e che sono un vero toccasana per il nostro cervello; senza contare che per rimanere in buona salute e non andare incontro a diabete e a disturbi cardiovascolari, le linee guida della sanità  raccomandano di non eccedere col proprio girovita: 80 per le donne e 90 per gli uomini. Ecco che ci ritorna alla mente il vecchio detto degli antichi: "mens sana in corpore sano". L'uomo non è  fatto per essere sedentario ma il suo scheletro è  naturalmente proiettato in avanti per permettergli di camminare, non siamo quindi strutturati per stare fermi ma per muoverci, il movimento incide profondamente sul nostro equilibrio psicofisico e a far funzionare questa  meravigliosa macchina, per così  dire, biologica elettrochimica che siamo.

Come  fare allora per mantenerci in salute nell'attesa di poter tornare nella nostra tanto desiderata palestra?

Armiamoci di ferrea volontà  e pazienza e dotiamoci di tutto ciò  che ci può  servire per allenarci in casa: tappetino, pesetti, barre elastiche, cavigliere, perché  no, cyclette, e se non abbiamo tutti  questi attrezzi? Bottigliette di plastica, manici della scopa, asciugamani per fare le braccia.

Meglio ancora un po' di walking in un parco vicino o una corsetta di mezz'ora quotidiana da integrare ad esercizi di tonificazione. 

E se non ci va? Bhe, allora ci sono corsi on line su youtube con bravi istruttori che ci guidano.

E se neppure questo ci va? Allora balliamo in casa con la musica che ci piace, l'importante è  muoversi e bruciare un po'di calorie, ne beneficerà tutto il nostro sistema cardiovascolare.

L'uomo è  fatto per muoversi, non dimentichiamolo mai, e ricordiamoci sempre che i primi esseri umani sulla terra arrivavano a percorrere 25 km al giorno per procurarsi del cibo, mentre a noi basterà un quinto di tutto ciò.

Fonte: l'autore Fabio Faiola

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.