US Open 2019: il pagellone dei protagonisti

L'ultimo Slam dell'anno ha visto i trionfi di Rafael Nadal nel maschile e di Bianca Andreescu nel femminile. Ecco i voti a Federer, Serena Williams e gli altri

di Lorenzo Ciotti
Lorenzo Ciotti
(176 articoli pubblicati)

Scende il sipario sugli US Open 2019, ultimo Slam della stagione giocato sui campi di Flushiong Meadows, a New York. Ecco i voti ai principali protagonisti del torneo: Nadal, Serena Williams, Andreescu, Medvedev, Federer e Berrettini

PROMOSSI

Rafael Nadal, voto 10. Il quarto titolo a Flushing Meadows lo proietta a un solo Major dal record di Federer. Gli avversari non ci sono o si presentano al suo cospetto come invitanti bocconcini, e lui - da vero predatore - non può che ringraziare. Lo spavento in finale è solo un'illusione. Il tempo è dalla sua parte: può superare il record dello svizzero.

Daniil Medvedev, 9. L'ascesa di questo ragazzo è inarrestabile. In finale fa quasi lo scherzetto a  Rafa. Sulle superfici veloci può diventare uno dei migliori. Ha già dimostrato di valere più di un Zverev o uno Tsitsipas qualunque, con una forza mentale superiore. 

Matteo Berrettini, 8. Contro Nadal non ha speranze, ma la semifinale è un premio meritato dopo una grande stagione. Può rendere bene su tutte le superfici: forse abbiamo trovato un campione.

Grigor Dimitrov, 8. Rinasce a Flushing Meadows dopo mesi di letargo. Può essere un primo segnale di risveglio, come la sua performance contro Federer. 

Bianca Andreescu, 10. Corona una stagione fantastica vincendo il suo primo Major. A diciannove anni sta dimostrando di essere la più forte della sua generazione con un mix vincente di forza mentale e tennis brillante. Il futuro è suo.

Serena Williams, 9. La sua sta diventando una Mission Impossible. Perde la quarta finale Slam consecutiva, e questa volta era anche in forma fisica. La gestione della pressione l'ha tradita di nuovo e la sensazione è che le chance di ottenere il record siano ridotte all'osso.

Elina Svitolina e Belinda Bencic, 8. Per entrambe è la prima finale agli US Open. Migliorate entrambe in molti fondamentali, è giunta l'ora di lavorare sull'ultimo step.

BOCCIATI

Roger Federer, voto 5. L'occasione unica contro Dimitrov ha sbattuto contro la grande performance del bulgaro e i soliti dolori alla schiena. Dopo l'amara sconfitta a Wimbledon era difficile smaltire in fretta le tossine e ritrovare solidità. Ma con il ritiro di Djokovic poteva ambire a un posto in finale.

Dominic Thiem, 4. Sempre la solita storia: deve riprogrammare la sua schedule perché nella seconda metà di stagione fa troppa fatica. Un campione deve anche sapere quando è meglio riposare per essere in forma in tutti gli Slam.

Alexander Zverev e Stefanos Tsitsipas, 4. Ennesimo e scontato flop. Forse qualcuno si è esaltato troppo facilmente del definirli campioni.

Naomi Osaka, 5. Perde la corona degli US Open e il primo posto del Ranking. Dopo gli Australian Open il buio totale e un'involuzione non giustificata.

Simona Halep, 5. Deve ancora smaltire le bollicine di Wimbledon. La preparazione a uno Slam non può essere solo abbozzata, anche se il tuo nome è Simona Halep.

Ashleigh Barty e Karolina Pliskova, 5. Partivano tra le favorite, tornano a casa con il broncio. Troppo labili.

Fonte: l'autore Lorenzo Ciotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.