Australian Open, il primo turno degli italiani e dei big

Ostacolo spagnolo pe Fognini e Vanni. Cecchinato affronterà Krajinovic, Berrettini-Tsitsipas; Un qualificato e una wild card per Djokovic e Nadal

di Matteo Cordero
Matteo Cordero
(26 articoli pubblicati)
Off Court At The 2017 Australian Open

E' tutto pronto a Melbourne per l'edizione 2019 degli Australian Open, primo Major della stagione. Mai come quest'anno regnerà l'equilibrio. Ovviamente occhi puntati sui big, Djokovic, Nadal e Federer su tutti. Ma attenzione ai Next Gen che non vedono l'ora di alzare al cielo il primo trofeo Slam e di porre fine, una volta per tutte, a un triunvirato che dura ormai da molti anni. Anche l'Italia spera di fare bella figura, visto che questa volta la pattuglia azzurra nel main draw sarà composta da ben sette uomini.

A proposito di Next Gen, il numero uno d'Italia Fabio Fognini affronterà il ventunenne Jaume Munar, semifinalista alle Finals di Milano nel 2018. Ci sarà un ostacolo spagnolo anche per Luca Vanni, proveniente dalle qualificazioni. Il toscano se la vedrà con la testa di serie numero 23, Pablo Carreno Busta. Avrà un esordio non semplicissimo anche Marco Cecchinato, che sfiderà il serbo Filip Krajinovic, finalista nel 2017 al Masters 1000 di Parigi Bercy. E' andata decisamente meglio all'altro qualificato, Stefano Travaglia, che troverà all'esordio l'argentino Guido Andreozzi. Possono ritenersi abbastanza soddisfatti anche Andreas Seppi, finalista a Sydney, che giocherà con Steve Johnson, testa di serie numero 31, e Thomas Fabbiano, opposto alla wild card Jason Kubler. Il più sfortunato è stato senza dubbio Matteo Berrettini, che dovrà provare a fare il miracolo contro il numero 15 del mondo Stefanos Tsitsipas.

Per quanto riguarda i big Djokovic affronterà il qualificato Krueger, Nadal la wild card di casa Duckworth; Roger Federer, testa di serie numero tre e bicampione in carica a Melbourne, troverà Denis Istomin. Divertimento assicurato per chi assisterà ai match tra Marin Cilic e Bernard Tomic e tra l'ex numero uno del mondo Andy Murray (che in Australia ha annunciato il ritiro dal tennis) e Roberto Bautista Agut, vincitore la scorsa settimana nel torneo di Doha. Gli scambi rocamboleschi non mancheranno anche negli incontri tra Wawrinka e Gulbis e tra Kyrgios e Raonic. Il vincitore del torneo di Pune, Kevin Anderson, affronterà il francese Mannarino.

Avversari da prendere con le pinze anche per altri giocatori che in passato hanno assaporato l'emozione di disputare una finale Slam. Si tratta di Tsonga, Thiem e Berdych, che troveranno dall'altra parte della rete rispettivamente Klizan, Paire e Edmund.  Tra i possibili outsider, Alexander Zverev (vincitore nel 2018 delle Finals di Londra) e Alex De Minaur (che si è laureato campione a Sydney nella giornata di ieri superando Andreas Seppi in finale) avranno un primo turno abbordabile. Il tedesco sfiderà Bedene, l'australiano Pedro Sousa. 

Fonte: l'autore Matteo Cordero

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.