Once upon a time Chicago

Storia di una splendida maratona in "The Windy City"

di Davide Alberichi
Davide Alberichi
(1 articoli pubblicati)
Chicago Marathon

Stamane RUN!! Sensazioni bellissime, 20 km ma che fatica. Aria fortissima contro, mentre "spingevo" pensavo... più o meno nello stesso periodo, era il 2012, correvo la maratona di Chicago, città meravigliosa, the windly city. E ho capito il perché: al 22 km raffiche di vento gelido fortissimo che arriva dal lago Michigan, intorno a me runners che si ritirano, sto male, conati di vomito, -6 °, non so che fare... manca una vita. Non si riesce a proseguire, troppo freddo, troppo vento. Paolo un mio amico non ce la fa, si ferma. Passa un francese, ci guarda, sorride e urla: "Italy, go out." Ci sbeffeggia, fa il gesto di darci un sorso della sua borraccia poi se la tiene e se ne va. Non mollo, trovo risorse mentali non so come e da dove. 41° km, ritrovo il francese fermo con una mano sui flessori. Si è stirato e si ritira a un km dall'arrivo. Passo vicino a lui, lo fisso... Game over! Gli lascio la mia borraccia, ora non ne ho bisogno, ce la faccio da solo! Chiudo in condizioni proibitive con un dignitoso 3h34. Ah dimenticavo... dietro di me arriva Paolo, non poteva fermarsi. Ci abbracciamo forte. Never give up - Impossible is nothing! L'ITALIA non molla Mai.

Medaglia
Fonte: l'autore Davide Alberichi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.