Atletica femminile: Gloria Hooper è una forza della natura (1ª parte)

La velocista azzurra, che insieme ad Irene Siragusa, Anna Bongiorni e Johanelis Herrera, ha stabilito a Doha 2019 il record italiano nella 4x100, è in crescita

di Fabio Faiola
Fabio Faiola
(61 articoli pubblicati)
Athletics - Olympics Day 10

La pantera veneta, a breve 29enne, sembra aver ritrovato lo smalto dei giorni migliori, il che lascia ben sperare per delle Olimpiadi da protagonista. Nel periodo post-covid è riuscita a correre i 100 metri in 11.35 ed i 200 metri in 23.27, avvicinandosi non poco al record personale di 22.89, che le vale come il quarto tempo assoluto in Italia. E' una ragazza sincera e solare e ama molto la musica Gospel, il colore verde dell'equilibrio, e adora cucinare. Dotata di una forza fisica e di volontà al di fuori del comune, adesso è alla ricerca della forma migliore in vista di Tokyo 2021

1Partiamo dall'inizio: perché ha lasciato la pallavolo per la velocità?

Gloria: Ho lasciato la pallavolo inizialmente per una questione di comodità. In quel periodo vivevo ad Isola della Scala (Verona) e per me era più facile andare in pista da sola dopo la scuola, piuttosto che farmi portare ad Erbè, il paese dove giocavo a volley, in quanto i miei con gli orari di lavoro non riuscivano a portarmici.

2) Lei è italiana dalla testa ai piedi, in quanto è nata e cresciuta nel bel paese. Avendo genitori Ghanesi, ci sa dire se durante la sua infanzia ha avuto problemi nel sentirsi integrata con le persone ed i luoghi che la circondavano?

Gloria: Sono stata vittima di insulti razzisti crescendo, e quelli che ricordo con più dolore risalgono ai tempi della scuola materna, poi col passare del tempo, ti crei una corazza, a tal punto che anche quando ti dicono qualcosa ti scivola tutto addosso. Quanto è brutta l'ignoranza, veramente tanto brutta.

3)  Sappiamo che è una vera intenditrice di salute e benessere, non che di nutrizione, significa che il suo futuro post-agonistico è già scritto?

Gloria: Mi piacerebbe lavorare in questo ambito ma non è l'unico sogno nel cassetto, sto lavorando anche ad altri  progetti.

4) Per quanto riguarda le competizioni, come è stato il suo 2020 e dove pensa di dover migliorare ancora?

Gloria: E' stata una stagione positiva e c'è tanto margine di miglioramento in generale.

5) Quante ore si allena al giorno e quali sono gli allenamenti imprescindibili di una scattista?

Gloria: Mi alleno 6 volte a settimana. Le sedute fondamentali per una velocista sono quelle specifiche per la velocità con prove più o meno brevi, in cui si esprime il massimo della stessa, poi lavoro su accelerazione e blocchi. Faccio tante prove in pista per la resistenza e la tenuta, ed infine forza in palestra con pesi e planimetria, ma anche alimentazione e riposo sono determinanti.

6) Fa parte delle fantastiche 4 che ai Mondiali di Doha del 2019 riuscirono a stabilire il nuovo record italiano nella 4x100 con 42.90. Onestamente da tifoso mi aspetto presto un 42.50/60, crede sia possibile nell'immediato?

Gloria: , penso sia fattibile, ne è convinto anche il nostro responsabile tecnico delle staffette, perché mettendo insieme tutti i dati degli allenamenti e delle gare fatte lo scorso anno, e limando alcune imprecisioni nei cambi, è certamente alla nostra portata. Un altro elemento da considerare è che la stagione che ha preceduto il mondiale di Doha, non è stata tra le migliori per nessuna di noi, per via di alcuni infortuni e problemi vari. Adesso, invece, se mettiamo assieme i tempi con cui stiamo correndo, il nostro stato di forma è più elevato e viene fuori tutta un'altra cosa

7) Attualmente lei vanta un personale di 22.89 nei 200 metri piani, crede di poterlo migliorare ancora e di raggiungere il record italiano della Grenot, fermo a 22.56?

Gloria: Certo, il mio obiettivo è di migliorarlo e vedo molto vicino il record italiano, traguardo che mi sono imposta di superare presto.

8) La sua bella famiglia come la supporta nei momenti bui che possono capitare?

Gloria: Per me la mia famiglia è un punto fermo, anche quando ciò che mi circonda è incerto e le cose non vanno per il verso giusto. Mi danno sempre tanta forza, con parole di incoraggiamento, ed è bello sapere che sono e che resteranno sempre al mio fianco

14th IAAF World Athletics Championships
Fonte: l'autore Fabio Faiola

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.