MotoGP, chi sarà l’erede del Dottore?

A breve il ritiro del fenomeno di Tavullia e un'eredità pesante da raccogliere: chi sarà il nuovo idolo italiano in sella ad una moto?

di Simone Sagulo
Simone Sagulo
(6 articoli pubblicati)
Valentino Rossi

Trentanove anni suonati, nove titoli mondiali vinti e un decimo ancora da conquistare per confermarsi leggenda delle due ruote: Valentino Rossi non ha ancora intenzione di ritirarsi, anzi, i due podi consecutivi tra Mugello e Montmelò rilanciano le sue ambizioni di primato. L'anagrafe però gioca contro al centauro Yamaha e, se non l'anno prossimo, il Dottore tra qualche stagione porrà fine alla sua leggendaria carriera agonistica, entrando nell'olimpo dei più forti piloti di sempre nella storia del Motomondiale

Valentino Rossi, però, non è solo atleta amato dagli appassionati delle due ruote, la sua fama, il suo sorriso contagioso, le sue vittorie e persino le sue controversie extrasportive lo hanno consacrato come autentico fenomeno sociale, capace di conquistarsi un seguito pazzesco in tutto il mondo (più di 13 milioni di utenti lo seguono su Facebook, 5,3 su Instagram). L'eredità che il campione romagnolo lascerà è pesantissima: chi sarà in grado di raccoglierla tra i piloti del circus?

Andrea Dovizioso è un buon candidato. Romagnolo come il Dottore, in sella ad una moto amatissima in patria, quella Ducati che con Jorge Lorenzo aspira a tornare sul gradino più alto del podio finale. Lo spagnolo tuttavia lascerà la Rossa a fine stagione e il "Dovi" è chiamato, a 32 anni, a staccarsi di dosso l'etichetta di "eterna promessa" e puntare al titolo iridato, se non quest'anno almeno l'anno prossimo. 

Più giovane di quattro anni Andrea Iannone. Una carriera in costanze ascesa, nonostante nessun campionato vinto tra 125  e Moto2, una serie di terzi posti importanti tra Ducati e Suzuki (quest'anno sono già due), il pilota abruzzese è salito alla ribalta negli ultimi tempi principalmente per questioni di gossip, leggasi Belen Rodriguez, ma ha la grinta e il carattere necessari per duellare per le prime posizioni. Certo, dovrebbe tornare in un top team, salvo eccezionali miglioramenti della sua attuale scuderia

Sono ventisette invece le primavere di Danilo Petrucci, uno dei più promettenti piloti italici. un tipo tosto capace già di attirare molta attenzione e simpatizzanti. Dal 2012 nella classe regina, Danilo ha avuto la sua giusta dose di gavetta, ha conquistato sei podi sfiorando il successo in ben quattro occasioni (epico in particolare il primo nel 2015, quando si classificò secondo al termine di una battaglia entusiasmante con Rossi e Dovizioso) e dal 2019 sarà promosso nel team ufficiale Ducati al fianco proprio di Dovizioso. Un nome certamente spendibile per ereditare il talento e i successi di Valentino, non gli eccessi dato che il ragazzo umbro sembra decisamente più introverso. 

Sembra essersi eclissata invece la stella di Michele Pirro, che tra 125 e campionati italiani ha vinto tutto, ma non ha saputo conquistare gli stessi risultati e la fiducia dei team sui circuiti della MotoGP. Attualmente tester per la Ducati, fa qualche apparizione estemporanea come wild-card, pilota certamente sfortunato anche per una serie di cadute, l'ultima rovinosa al Mugello, che non gli permettono di arrivare alla bandiera a scacchi. 

E tra le giovani leve? L'Italia, che non sforna più talenti calcistici, mantiene tuttavia la sua ottima tradizione tra le moto. Luca Marini ha addosso la pressione di essere proprio il fratello del Dottore, ma i suoi 20 anni sono ancora pochi e in Moto2 potrà ampiamente farsi le ossa. Attenzione a Francesco Bagnaia, compagno di squadra di Marini e attualmente in testa al campionato Moto2, il torinese farà parlare ancora di sè. Romano Fenati è altra promessa giovane (21 anni) ma già sulla bocca di tutti da qualche tempo, secondo lo scorso anno in Moto2, un po' indietro in questa stagione tra ritiri e delusioni. 

In Moto3 l'Italia per il momento fa la voce grossa, con le belle speranze Bezzecchi, Di Giannantonio, Bastianini e Migno che occupano ben quattro dei primi sette posti in classifica, con Bezzecchi attuale leader. Continuate a correre, ragazzi, il Dottore e i suoi tifosi vi guardano con grande attenzione...  

Fonte: l'autore Simone Sagulo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.