Motociclismo: Lorenzo vuole lasciare la Ducati da vincente

Mortificato da quel che si è detto e scritto porta al primo posto la sua Ducati Desmo Sedici

di Piero Tansini
Piero Tansini
(231 articoli pubblicati)
MotoGp of Italy - Race

Tribune gremite all'inverosimile dopo la splendida pole di Valentino Rossi. Il tam tam corre veloce e si formano lunghe code all'avvicinarsi all'Autodromo di proprietà della Ferrari S.p.A. immerso in uno splendido paesaggio Toscano. Tra i VIP si riconoscono Giacomo Agostini Loris Reggiani alla reception Alma Pramac. 

Il team di Campinoti presenta nel paddock le sue Ducati con la livrea disegnata dal Centro Stile Lamborghini. E' una cortesia che l'Alma Pramac fa dopo che erano stati ospitati il 12 marzo a Sant'Agata Bolognese per la presentazione del team.

Le libere sono caratterizzate dal terribile volo di Michele Pirro disarcionato dalla sua Ducati. Si teme il peggio ma fortunatamente i traumi pur dolorosi non sono gravi tanto che il forte pilota si presenta al box come Sostenitore dei colleghi la domenica di gara. L'applauso lo accoglie appena si mostra ai tifosi in tribuna. 

Jorge Lorenzo appare più sereno del solito in sella alla sua moto modificata nel serbatoio seguendo i suoi consigli. Giorni prima l'amministratore delegato di Ducati Carlo Domenicali pur lasciando aperto uno spiraglio aveva manifestato problemi al rinnovo del contratto dato anche gli scarsi risultati ottenuti che non compensavano il ricco ingaggio.

Difficile dire se quelle parole hanno toccato l'orgoglio del campione Spagnolo che si è contraddetto molte volte e anche a causa del biscotto del 2015 contro Valentino Rossi non è mai stato tanto amato dai tifosi italiani. Alla partenza va via veloce e mantiene la testa senza difficoltà mentre dietro di lui chi ha la soft va in tilt rispetto a chi ha montato la hard della Michelin.

Scivola pure Marc Marquez che in griglia aveva detto che non potendo vincere avrebbe cercato di portare  a casa più punti evitando sbagli. Ma si sa che quando abbassa la visiera dimentica quanto detto e pur tornando in pista termina la gara fuori classifica. Intanto in testa è bagarre vera e all'ultimo giro si teme una rottura meccanica per Andrea Dovizioso il quale rallenta ma non abbastanza perché Valentino Rossi possa passarlo.

Dopo è Festa grande con un Lorenzo euforico per aver rotto finalmente il ghiaccio con la Ducati. In conferenza stampa confida che aveva scelto Ducati non tanto per i soldi ma per voler vincere con la Moto Italiana. Purtroppo secondo lui le modifiche richieste sono arrivate tardi quando lui ha già deciso dove andare anche se non si sbilancia più di tanto. Sul podio con lui salgono Andrea Dovizioso e Valentino Rossi mentre ai margini rimane Andrea Iannone giunto quarto con la Suzuki. Mentre settimo è Danilo Petrucci che qualcosa avrebbe da recriminare contro Marc Marquez al primo giro quando lo Spagnolo si è appoggiato a lui facendole perdere delle posizioni.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.