Jorge Lorenzo: “Penso di essere il migliore”

Il pilota Ducati risponde senza peli sulla lingua: "Chi è il migliore? Se chiedete a Valentino dirà se stesso".

di Luigi Ciamburro
Luigi Ciamburro
(50 articoli pubblicati)
Getty Images

L'esordio in Ducati di Jorge Lorenzo è andato peggio del previsto. Non era un mistero che il passaggio dalla Yamaha alla Desmosedici non fosse agevole per nessun pilota. Dopo nove anni sempre in sella alla M1 bisogna scrollarsi di dosso certe abitudini routinarie, cambiare stile di guida e scendere in pista quasi con una filosofia diversa. Bisogna pensare positivo per non farsi travolgere dai cattivi risultati, fare leva sugli ultimi risultati stagionali per guardare al prossimo campionato con piglio diverso. E, perchè no, pensare di essere ancora il più forte, quel pilota "martillo" capace di mettersi in testa al gruppo dal primo all'ultimo giro.

A patto che la sua moto riesca a garantirgli una guida più fluida e agevole, soprattutto in curva. Per il resto Jorge Lorenzo resta un pilota senza peli sulla lingua, sempre pronto ad accogliere e rispondere alle provocazioni. "Chi è veramente il migliore? Se lo chiedete a Valentino dirà se stesso. Se chiedete a Márquez risponderà la stessa cosa. Lo stesso vale per me. Penso di essere il migliore. Devi pensare così per avere successo", ha detto in un'intervista ai tedeschi di Speedweek.com. Il maiorchino non crede di essere il pilota perfetto, ma un pilota "completo, con grandi punti di forza. Ho anche le mie debolezze. Tuttavia, questo vale anche per Márquez o Rossi. Ogni pilota ha dei punti deboli, non c'è un driver perfetto. Anche se Márquez ha vinto quattro titoli negli ultimi cinque anni".

Non è nuovo a certi scatti d'orgoglio il pilota spagnolo della Ducati. Nella medesima intervista non ha esitato a lanciare una provocazione ai tifosi di Valentino Rossi che, dopo la stagione 2015, non gli hanno risparmiato critiche per il modo in cui ha vinto il titolo mondiale a Valencia. "Le persone che per qualche ragione non amano me o preferiscono altri piloti hanno spesso paura delle mie capacità. Quando sono forte questo li preoccupa. Ecco perché usano ogni piccola cosa, ogni brutto momento e ogni mia debolezza per parlare male di me e delle mie capacità”.

Fonte: l'autore Luigi Ciamburro

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.