Gallina vecchia fa buon brodo. Per il prossimo motomondiale Rossi c’è!

Il Dottore va a caccia del decimo titolo iridato con la forza di un uragano

di Paolo Capano
Paolo Capano
(54 articoli pubblicati)
MotoGP of Malaysia - Race

Al di là di ogni retorica, è un dato di fatto: Valentino Rossi è la storia della MotoGP. Tutti facciamo il tifo per lui. Specie in questi tempi duri in cui Lorenzo e Márquez sono terribilmente forti. L'ultimo successo mondiale di Rossi risale al 2009. Eppure è sempre lì, nella bagarre. Pure il prossimo anno.

Nonostante si avvicini agli anta, gareggia con la sua poetica del fanciullino e da superuomo. Vuole il decimo mondiale. Non corre per dare un contentino ai fan. Valentino non potrà mai correre a vuoto. Non va in sella tanto per passione, quella è comune a tutti i motociclisti. La pista è roba sua. Gli appartiene. È inimmaginabile pensare ad una motomondiale senza il Dottore. Nel 1997, già dava spettacolo vincendo in classe 125.

Lo descrive bene un signor motociclista come Andrea Dovizioso nella sua autobiografia "Asfalto": "Ha insegnato a essere più spensierati anche pensando ai risultati. Ha dimostrato che si può vivere di colori. Di adesivi. Di personalizzazioni divertenti. A modo suo, con le sue regole, ha mostrato come si vive da rockstar senza tirarsela come una rockstar […] Io stesso, in principio, non capivo perché attirasse così tante attenzioni. Perché Valentino che arriva decimo conta più di chi ha vinto? Ma partivo da un presupposto sbagliato. Se sei unico, è ovvio che deve andare così. Lo si può amare o odiare, ma Valentino ha avuto il merito di attirare gente che non sapeva nemmeno quante ruote avesse una moto. È l’anomalo che periodicamente viene fuori nello sport".

Fa meravigliosamente parte dell'eccellenza italiana nel mondo. Ne è esponente di diritto. Un lustro come Jovanotti, Ramazzotti o Pausini nella musica. Soprattutto perché è nella storia dello sport. Alla stregua di Schumacher e Federer.

Chi reputa Valentino pilota bollito e che non possa essere competitivo per il titolo la prossima stagione, si ricordi che gallina vecchia fa buon brodo…

Fonte: l'autore Paolo Capano

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.