Moto, Bagnaia pronto per la MotoGP 2019

Trionfo in Moto 2 del pilota dello SKY VR36 e podio in MotoGP per Andrea Iannone

di Piero Tansini
Piero Tansini
(248 articoli pubblicati)
MotoGp Red Bull US Grand Prix of The Ame

Il circuito ricorda giustamente lo sfortunato Nicky Hayden scomparso nel 2017 in un incidente nei pressi di Misano. Dopo il diluvio delle qualifiche la gara della Moto 3 si svolge su pista asciutta. C'è grande bagarre e varie cadute. I nostri Italiani sono nel gruppo di mezzo e si giocano podio e vittoria. Alla fine trionfa Martin del team Honda-Gresini ma dietro arrivano a podio Bastianini 2° e Bezzecchi 3°. Ottimo quarto è Andrea Migno.

Mattia Pasini è autore di una grande pole in Moto 2 ma per troppa cautela sbaglia la scelta delle gomme in gara e arriva alla fine solo settimo. In testa grande è il duello tra Alex Marquez e Pecco Bagnaia del team SKY VR 46  e già accordatosi per il 2019 in MotoGP con la Pramac Racing che lo farà correre sulle sue Ducati. All'ultimo giro Pecco si volta ma Alex Marquez è lontano e lui può esultare felicissimo e congratulatissimo anche da Valentino Rossi che come sempre assiste alle gare dei suoi prima di prepararsi a sua volta per la MotoGP.

In MotoGP un ritrovato Andrea Iannone cerca l'allungo con una competitiva Suzuki. Dietro di lui gli inseguitori cercano di non farlo allontanare troppo specialmente Marc Marquez che in qualifica ostacolò Vinales e pur ottenendo la pole era stato penalizzato e retrocesso al 4° posto in griglia.

Marc Marquez è il re di Austin avendo già vinto le edizioni precedenti e non vuole abdicare. Si fa sotto a Iannone che cerca di resistere ma alla fine abdica e viene superato anche da Vinales. Però Iannone rimane lì e alla fine dopo oltre un anno risale sul podio insieme a Vinales ed al vincitore Marc Marquez. Durante le interviste ha uno sfogo per le varie mortificazioni patite nei momenti bui anche da parte di chi prima tifava per lui.

Giungendo quinto sulla sua Ducati Andrea Dovizioso si è portato in testa alla classifica Mondiale con un solo punto di differenza su Marc Marquez. In questa gara c'era anche Daniel Pedrosa ancora sofferente per la recente operazione subita al polso. Ora si torna in Europa il 6 maggio sperando di vedere una Ducati più competitiva come auspica Andrea Dovizioso molto cauto nelle sue affermazioni post gara.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.