Tutti in piedi sul divano, viva Leclerc, sorridi Charles!

Vincere quando vorresti solo piangere, il destino che premia Leclerc in un intreccio di tristezza e leggenda, con Spa che premia il monegasco

di Francesco Fiori
Francesco Fiori
(60 articoli pubblicati)
Charles Leclerc con il Team principal de

La vita di Charles Leclerc è un intreccio di emozioni che nel giorno della prima vittoria in F1 si ripresentano prepotentemente. 

Charles è stato il grande amico di Jules Bianchi e per certi aspetti caratteriali lo ricorda. Bianchi è stato il mentore di Leclerc e quasi sicuramente, se il fato non si fosse messo di traverso, oggi sarebbero potuti essere entrambi sulla Rossa.

Leclerc che pare sorridere sempre poco, la morte di Bianchi, la scomparsa del padre prima di Baku in Formula 2 (dove Leclerc fa 1°e 2°) e, col dovuto rispetto tra la morte e lo sport, una power unit che lo abbandona in Bahrein quando il primo trionfo pare alle porte, la sfortuna che si accanisce e non lo fa mai esultare.

Poi arriva la pole meravigliosa a Spa, ma non c'è tempo per esultare perché il suo amico Tonio Hubert, suo sfidante in kart, perde la vita all'Eau Rouge nella GP3, facendo ricadere sul paddock il messaggio che la morte fa parte del gioco e del mondo motoristico.

Ancora il volto triste di Charles, un altro pezzo della sua vita che se ne va e i dubbi nella notte prima della leggenda.

La sensazione è che il Leclerc di domenica è imbattibile. Ne Hamilton, ne la Mercedes, ne la sfortuna lo avrebbero superato. Semplicemente perché era giusto così, Charles doveva vincere, scrivere la storia del pilota più giovane a vincere a Maranello, battendo il record di 50 anni fa di Jacky Ickx (Francia 1968) e di fatto, alzando gli occhi al cielo, gridare al destino che esistono anche le cose belle, seppur di contorno fra tante lacrime.

Corri forte Charles, corri per il tuo papà, corri per Jules, per Anthoine, corri per tutti noi che vogliamo vederti felicissimo, perché te lo meriti e perché a Monza, grazie alla tua vittoria, già si sogna.

Fonte: l'autore Francesco Fiori

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.