Lo strano caso di positività di Lance Stroll

Il pilota canadese accusava dei malesseri già il sabato del GP in Germania, mentre la positività al Covid è stata dichiarata soltanto lunedì

di Antonella Borandi
Antonella Borandi
(19 articoli pubblicati)
Lawrence Stroll pilota canadese della R

Lance Stroll, dopo il forte malessere accusato nel weekend di gara del Gran Premio dell'Eifel, è risultato positivo al COVID-19. Il pilota della Racing Point ora sta bene ed è già risultato negativo, per cui non salterà il Gran Premio del Portogallo, in programma a Portimao questo fine settimana.

La stranezza è che il caso di contagio sia stato reso pubblico solo adesso e la questione non sia stata resa pubblica nel mondo della Formula1, che ha adottato rigidi protocolli contro il virus.

E’ lo stesso Stroll ad affermare che, una volta accusato alcuni sintomi di malessere, ha seguito il protocollo Fia e si è messo in auto-isolamento nel motorhome senza aver avuto più nessun contatto con il paddock, allontanandosi anche la domenica e costringendo il team a chiamare in sostituzione Nico Hulkenberg per la seconda volta, dopo aver sostituito nei due Gp a Silverstone l’altro pilota della Racing Point, Sergio Perez, contagiato anche lui. La sera della domenica gli è stato rieffettuato un altro esame che ha rivelato la positività al Covid soltanto lunedì, quindi ha effettuato i 10 giorni di isolamento, al termine del quale ha ripetuto il tampone stavolta con esito negativo.

In conclusione, il canadese era arrivato al Nürburgring probabilmente già infetto, ma non ancora da sufficiente tempo per risultare positivo nel test a cui vengono sottoposti i piloti alla vigilia di ogni gran premio. Il decorso della malattia è stato davvero molto particolare: in una sola settimana il pilota è passato dal risultare positivo e a mostrare i sintomi del coronavirus al risultare negativo, bruciando quelle che sono considerate le normali tempistiche per i malati di Covid-19. 

La vicenda resta poco chiara, o quantomeno malgestita, e fa alzare il livello di guardia sui controlli, il malessere di Stroll era apparso già alla vigilia del weekend in Germania ed essendosi presentato quel sabato di 2 settimane fa al Nürburgring per le prove avrebbe potuto contaminare la bolla e infettare diverse persone della squadra. La Fia pensa ad attuare controlli più serrati.

 

Fonte: l'autore Antonella Borandi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.