Scusate il ritardo da Milano a Monza

Settimana caratterizzata dal Gran Premio d'Italia di Formula 1 a Monza

di Piero Tansini
Piero Tansini
(248 articoli pubblicati)
Formula 1 Milan Festival 2018

Problemi tecnici come possono accadere su Internet hanno fatto sì che scrivessi l'articolo in ritardo. Come tanti, non potendo essere presente a Milano al Formula 1 Milan Festival, sono stato invitato dalla Scuderia Ferrari ad assistere alla diretta TV sui Social in modo da poter interagire col team e coi tifosi. Mamma mia quanta gente era presente al circuito allestito lungo la darsena dei Navigli. Da Codogno c'era il mio amico Paolo Fisichella che incontrato l'omonimo Giancarlo si è fatto un selfie da mandare anche a Roma in Vaticano allo zio Monsignor Rino.

L'appuntamento di Milano ha attirato tanta gente anche grazie alla competitività della Ferrari e la recente vittoria di Vettel a Spa. Arrivano già dal primo mattino per trovare il miglior posto possibile. L'amico Mauro Apicella della Scuderia Ferrari Club indirizza i soci muniti di tessera verso l'area a loro riservata. Fa caldo e si beve molta acqua. Meglio evitare alcolici in questi eventi.

Il primo ad uscire dal tenso box è Giancarlo Fisichella con la Ferrari FXX che compie due giri con tanto di burnout. Poi esce la Safety Car ma fa pochi metri e si ferma. Scende il pilota Wilander che corre a prendere i suoi occhiali da sole per guidare meglio. Anche per lui due giri con burnout. Una volta tanto lo fa pure lui con un Mario Isola della Pirelli Motorsport che trema vedendo come vengono ridotte le sue gomme.

Ora arriva il momento atteso delle Formula 1 mentre Federica Masolin dallo studio TV intervista i vari ospiti e sul palco sale per la standing ovation Maurizio Arrivabene che scalda il pubblico con affermazioni del tipo: "Ora sono loro a prenderle e noi andiamo a Monza per vincere". Ecco il rombo del 6 cilindri turbo Alfa Romeo che spinge veloce le due Alfa Romeo Sauber. Prima gira Leclerc poi Ericsson che sarà pure nordico ma si emoziona pure lui davanti a tanto affetto dai tifosi a bordo pista.

Ecco la Rossa e le bandiere Ferrari sventolano al vento. Gira Kimi che poi darà la SF71-H ai meccanici i quali sostituiranno il musetto e metteranno quello di Sebastian n°5 ma il volante rimane lo stesso e visto che Kimi ha i comandi contrapposti di frizione e marce Sebastian fa la sua. Cozza leggermente contro le barriere danneggiando l'alettone anteriore. Niente Paura. Si ferma al box e si scusa coi meccanici facendo sostituire il musetto per un altro giro con burnout. La festa termina e si va allo stadio di Sesto San Giovanni per la partita tra piloti e attori.

Il giovedì si va in Autodromo per l'ispezione della pista e il briefing. In AMG Mercedes attendono Lewis Hamilton che arriva solo alle 17:30. Come scusa dice che aveva problemi personali ma forse teme che a Monza la Rossa lo batta anche se confida nella pioggia. E la pioggia arriva il venerdì nel corso della FP1. Ritorna la Rai anche solo per un Gran Premio e Vettel fa pochi giri per sostituire il cambio usato con un altro. Le Force India fanno passerella con Perez più veloce, ma a Monza la monoposto che ha cambiato proprietà è sempre andata bene.

In FP2 si sfiora il dramma e coinvolto è ancora un pilota dell'Alfa Romeo Sauber. Grande paura alla prima variante quindi per Marcus Ericsson che capotta più volte per la mancata chiusura del DRS al momento della staccata che sbilancia la monoposto. Esce illeso ma scosso. Il pomeriggio la pista è asciutta e non bagnata come il mattino e le Ferrari volano con Vettel e Raikkonen. Che sia la volta buona?

I tifosi attendono dal 2010 una vittoria della Ferrari. In quell'anno vinse Fernando Alonso che quest'anno correrà il suo ultimo Gran Premio d'Italia dato che a fine 2018 si ritirerà dalla Formula 1 per continuare a correre in altre categorie. In FP2 un ottimo nono tempo di Charles Leclerc che in caso di rinnovo del contratto di Kimi Raikkonen alla Scuderia Ferrari dovrebbe andare, voci del paddock, alla Haas-Ferrari e Antonio Giovinazzi  a sostituirlo in Alfa Romeo Sauber. Per le qualifiche previsioni alterne dicono asciutto o bagnato e domenica pista asciutta.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. tpfas_645 - 2 anni

    Splendida prima fila Ferrari a Monza. Era dal 2010 che un pilota Ferrari non faceva la pole. In quell’anno vinse Fernando Alonso ma era dagli anni 2000 che non si vedeva una prima fila Rossa nell’Autodromo Nazionale di Monza e ciò ha letteralmente mandato in visibilio i tifosi.Ora occorre mantenere un profilo basso e una buona strategia senza errori anche di guida per la gara.

  2. tpfas_645 - 2 anni

    Piango di gioia. Io rispetto chi lavora di ramazza ma lui rispetti chi sa usare i computer e fanno volare la nostra Ferrari a Monza. Prima fila con Kimi e Seb e grazie ragazzi, andiamo forte anche domani

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.