Lewis Hamilton, il nuovo Re della Formula 1

Con la vittoria del Gran Premio d'Eifel, Lewis Hamilton ha eguagliato il record di vittorie di Michael Schumacher. L'obiettivo adesso è la vittoria numero 100

di Matteo Gaudieri
Matteo Gaudieri
(13 articoli pubblicati)
Lewis Hamilton

In Germania, terra di motori e di piloti, si è scritto un pezzo di storia impronosticabile un decennio fa. Il record di vittorie di Michael Schumacher è stato eguagliato da Lewis Hamilton e, presto, sarà battuto. La Formula 1 ha incoronato il suo nuovo Re.

La fame di successi e di record di Hamilton è tanto lodevole quanto spietata. In pista non si limita a vincere di velocità pura, ma riesce a massimizzare le occasioni che si presentano davanti alla sua porta, caratteristica che pochi altri possono vantare. Ne è un esempio il Gran Premio di Singapore del 2017, dove riuscì a star lontano dai guai in partenza per portarsi a casa 25 punti che segnarono l'inizio del suo dominio nella seconda parte di stagione.

Il pilota ha mantenuto le premesse che si era fatto Ron Dennis quando lo prese sotto la sua ala sin dai kart. E fu lo stesso Dennis a portarlo in Formula 1 nel 2007 e Lewis lo stava ripagando subito col titolo piloti, sfumato per un suo errore in Cina e per dei problemi alla monoposto in Brasile. A posteriori, visto lo scandalo "spy story", è stato un bene vedere quel mondiale lontano da Woking, visto l'ulteriore danno di immagine che avrebbe subito tutto il circus e il pilota.

L'evoluzione di Hamilton passa anche (e soprattutto) da periodi difficili, come il secondo triennio in McLaren e la cocente sconfitta subita nel 2016 per mano di Nico Rosberg. Il tedesco, grande amico dell'inglese sin da bambino, non aveva mai battuto Lewis sin dai kart e lo fece sul palcoscenico più importante di tutto il panorama motoristico.

Quella sconfitta fece scattare una molla nel cervello del pilota inglese, considerato distratto dalla vita fuori dalla pista, visti i tanti errori nella stagione che ha visto vincente il suo ex compagno di squadra. La delusione sportiva lo ha portato a essere più cinico e aggressivo, minimizzando gli errori e massimizzando il risultato ogni volta. Forse è bene usare Rosberg come linea temporale e distinguere il Lewis pre-Nico e il Lewis post-Nico. La velocità pura del pilota Mercedes fu raggiunta, dal 2016, da una forza psicologica tale da rafforzare il suo status di numero uno.

Diventa facile, ora, mettere le carriere di Hamilton e Schumacher uno di fronte all'altro, per stabilire chi tra i due possa forgiarsi del riconoscimento come "pilota più forte della storia". Il confronto tra i due piloti è solo numerico, in quanto è impossibile paragonare due epoche diverse. Oggi abbiamo Lewis Hamilton come Re dello sport, domani avremo uno tra i giovani presenti in griglia (Leclerc, Verstappen ecc.). Ogni periodo storico presenta una caratterizzazione diversa e ha un solo massimo esponente.

Parte del successo di Hamilton è merito del team Mercedes, capace di costruire un binomio perfetto tra l'inglese e le vetture costruite a Brackley. Non esiste la favola del pilota che coglie successi su successi con l'auto meno performante degli altri: i vincitori sono la coppia pilota-macchina che presenta il legame più solido di tutti, quel che serve per risultare imbattibili.

Godiamoci questa pagina di storia del motorsport, pensando anche al futuro e a chi riuscirà a pareggiare o battere ciò che Hamilton costruirà fino a fine carriera. Come ci ricordava sempre Michael Schumacher: "I record sono fatti per essere battuti".

Foto: © Mercedes-AMG F1 | Twitter

Lewis Hamilton e il casco di Michael Sch
Fonte: l'autore Matteo Gaudieri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.