Leclerc come Raffaello firma un altro capolavoro

Sul circuito cittadino di Marina Bay va in scena una delle qualifiche più belle dell'anno

di Francesca Manes
Francesca Manes
(4 articoli pubblicati)
21092019 - Qualifying Charles Leclerc MO

ll tracciato di Marina Bay non era considerato adatto alle caratteristiche della SF90. Eppure, oggi, proprio a Singapore, Charles Leclerc ha ottenuto la sua terza pole consecutiva e quinta stagionale. Un risultato insperato su un circuito ad alto carico aerodinamico che sembrava favorire le Mercedes e le Red Bull e che, contrariamente alle aspettative, ha visto primeggiare la Ferrari.  

La qualifica si apre con una prima sessione  dominata dalle due Mercedes. Infatti, il miglior tempo è di Valterri Bottas che fa registrare 1:37.317. A seguirlo è il compagno di squadra, Lewis Hamilton (+0.248). Le Ferrari ottengono rispettivamente il terzo tempo con Leclerc (1.38.014) e il quarto tempo con Sebastian Vettel a 1:38.374.  La Q2 racconta già un’altra storia. Il primo tempo, infatti, è di Leclerc (1:36.650) e a soli 70 millesimi di distanza c’è il suo compagno di squadra. 

Nella terza e ultima sessione, tutti si aspettano di vedere delle Mercedes aggressive, pronte ad agguantare la prima fila. E invece, non accade. Perché sorprendentemente è la Ferrari a sfoderare un’incredibile grinta. Prima, scende in pista un determinato Vettel che, guidando al limite, porta a termine un ottimo giro facendo segnare un esaltante 1:36.437. Poi,  è Charles a lasciare tutti a bocca aperta. Guida come se ogni curva fosse l’ultima e  il pubblico, con il fiato sospeso, rimane a guardare.  Nella notte di Singapore, la sua Ferrari sfreccia luminosa  e sembra lasciare una scia di colore rosso sull'asfalto.  Quasi fosse un pittore che dipinge su un'enorme tela, Charles Leclerc, novello Raffaello,  realizza  con la sua SF90 un autentico capolavoro.  Prendendosi anche qualche rischio, compie un giro leggendario su un circuito  cittadino difficilissimo .  Un tracciato sul quale hanno trionfato solo campioni del mondo.  Al termine del giro il suo tempo è  1:36.217 e ed'è pole position. Hamilton riesce ad attenuare il “danno” firmando un buon giro da secondo posto in classifica. Mentre Vettel non porta a termine il secondo tentativo e rimane in una buona terza posizione. 

Il brillante risultato del giovane Leclerc è dovuto ad una ritrovata compattezza del team Ferrari che, lasciatosi alle spalle i momenti di difficoltà della prima parte di stagione, sta dimostrando  di aver acquisito una nuova consapevolezza di sé. Il pacchetto aerodinamico portato a Singapore ha funzionato e  le monoposto sono riuscite a sottrarre alla Mercedes una pole che fino a ieri era considerata quasi scontata.  Binotto è giustamente soddisfatto e riconosce al team ed a entrambi i piloti il merito di aver fatto un buon lavoro. "Ma" ricorda "la gara è domani". Sì perché, Leclerc dovrà vedersela con Lewis Hamilton in partenza, ma potrà contare sulla presenza del suo compagno di squadra in seconda fila. Sembrerebbe un due contro uno vantaggioso per le Rosse di Maranello, ma non bisogna commettere l'errore di sottovalutare il campione della Mercedes. Dopo i due gran premi vinti dal monegasco, l'inglese non vorrà certo lasciarsi sfuggire anche questa di vittoria. La gara domani sarà tutta da scrivere, ma il prologo fa ben sperare.

Fonte: l'autore Francesca Manes

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.