La nuova Ferrari tenta il tutto per tutto: soluzioni estreme

La SF-71 H ha estremizzato alcuni concetti per cercare la massima prestazione

di Pietro Saccone
Pietro Saccone
(185 articoli pubblicati)
SF71H

Dopo la delusione per la sconfitta del 2017, la Ferrari si ripresenta affamata di vittorie ed alla ricerca di un titolo piloti che manca dal 2007. Con meno bianco e più rosso scuro, la vettura 2018 è bella ed accattivante, slanciata ed aggressiva.

La SF-71 H (così si chiama il nuovo progetto Ferrari) ha puntato sulla riduzione della resistenza all'avanzamento e del peso. Ora il deviatore di flusso è integrato nella pancia e le bocche di raffreddamento sono le più piccole del Circus.

La sensazione è che la Rossa, che presenta un passo più lungo rispetto al 2017, abbia cercato di puntare sulla prestazione pura in modo da poter sfidare la Mercedes anche in qualifica, i dati della galleria del vento sono buoni in tal senso ma dipenderà dalla competitività della power unit.

Molto particolare lo specchietto retrovisore: "Solitamente è un elemento che disturba molto l’andamento dei flussi, è stato “trasformato” in un curioso elemento aerodinamico. Nella parte scura frontale, infatti, si può osservare un curioso soffiaggio, mentre dietro c’è un profilino che serve a far riattaccare il flusso dove serve. La macchina non è stata visibile da vicino, ma la sensazione è che ci possano essere altri “colpi di genio” come questo", spiegano Franco Nugnes e Giorgio Piola su motorsport.

I tecnici hanno cercato di alleggerire il peso di ogni componente ed hanno allungato i piloni anteriori inserendo due soffiaggi (lavoro analogo sulla nuova McLaren MCL32). E' possibile che la macchina presentata ieri non sia completa di tutti i pezzi con alcune novità che saranno presentate solo durante i primi test di Barcellona.

A Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen il compito di portare il più in alto possibile la Rossa. "Abbiamo sempre delle aspettative positive. Sappiamo bene quanto lavoro è converso nella nuova monoposto, e non solo in questi ultimi mesi, ma da quando ha preso il via progetto. Quello che vediamo qui oggi è il risultato di tanti sforzi, ed è un momento molto emozionante. Se parliamo di aspettative è ovviamente molto difficile sbilanciarsi oggi, ma siamo certi di aver lavorato molto e penso che quanto fatto sia stato nella giusta direzione. Ora serve la conferma in pista, e sappiamo che le prossime settimane saranno molto importanti per capire se tutto funziona al meglio. Sarà bello scendere in pista, non vedo l’ora" - dice Sebastian Vettel.

Il tedesco ha dato una risposta che fa pensare ad un effettivo aumento delle soste ai box in virtù dei piccoli cambiamenti riguardanti gli pneumatici: "Alla fine si finisce sempre a fare più o meno tutti la stessa strategia di gara. Abbiamo lavorato molto per ottimizzare i nostri pit-stop, cercando di perfezionare velocità ed affidabilità, anche perché più soste saranno fatte e più diventeranno importanti. Sull’impatto delle gomme credo che per avere un’idea dovremo aspettare Australia e Bahrain, ovvero contesti con alte temperature. I test invernali, e si chiamano invernali per quello, non credo che ci daranno l’opportunità di capire molto a causa delle basse temperature".

Pensiero anche sul potenziale Ferrari dopo aver guidato a lungo lo scorso campionato: "Non siamo andati proprio vicini al titolo, mancava ancora un po’. Dodici mesi fa la situazione era un po' diversa, nessuno aveva un’idea di massima sulla propria competitività a causa dei nuovi regolamenti, ma quest’anno è diverso. Sappiamo da dove arriviamo e speriamo ovviamente di fare il salto in avanti che ci siamo prefissati. La nuova Ferrari sembra molto ordinata, tutto sembra avere un senso. In pista capiremo".

La speranza dei tifosi è che il tedesco, al quarto anno in Ferrari, possa conquistare il tanto sognato quinto titolo.

Fonte: l'autore Pietro Saccone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.