La F1 Pink entra nel vivo: Carmen Jordà irrompe e sono polemiche!

La new-entry della commissione donne Fia chiede a gran voce un campionato tutto al femminile, ma le colleghe sono le prime ad attaccarla : voi cosa ne pensate?

di Scacco Matto
Scacco Matto
(31 articoli pubblicati)
F1

Donne e motori...un vecchio detto che non è mai passato di moda e che oggi torna più prepotente che mai. Motivo ? Durante l'elezione del terzo mandato per Todt viene annunciato che in commissione per la F1 donne entrerà a far parte la 29enne spagnola Carmen Jordà. La figlia d'arte vanta nel suo palmares esperienze sui kart, Formula 3, Le Mans Series , Indy e GP3 e nel 2015 si è avvicinata concretamente alla F1 entrando a far parte del progetto Lotus anche se fisicamente non è mai riuscita a guidare una monoposto.

Etichettata come fenomeno social piuttosto che fenomeno al volante, il suo tweet di ingresso ha suscitato grandi polemiche tra le colleghe, forse accendendo la storica rivalità che contraddistingue il mondo femminile legato al motorsport e tutte hanno tirato fuori gli artigli, come era lecito aspettarsi anche se forse si è andati ben oltre.

"Sono onorata di entrare nella commissione della Fia e avere l'opportunità di lottare per tutte le donne del motorsport" e aggiunge " Tutte sognano di vincere e molti credono che le donne non possono farlo in F1. Penso che un mondiale tutto al femminile sia una buona idea, sarebbe fantastico se questo progetto diventasse realtà " . Ed eccole, tutte la varco, pronte ad attaccare la spagnola.

La britannica Pippa Mann , prima donna a correre nella Formula Renault 3.5 ,  twitta tutto il suo disappunto : "Cara FIA , se la notizia che leggo è vera, avete nominato un pilota senza risultati di rilievo, non crede che abbiamo pari opportunità in questo sport. Sono molto dispiaciuta che rappresenti tutte le donne."

Il progetto Campionato F1 Pink non è andato giù proprio a nessuna delle donne del motorsport e sono piovute altre critiche illustri da Powell , Calderon , Rochette , Gade : insomma la lotta non passa solo dalla pista ma è già iniziata sui social.

Tra l'altro la Jordà non è nuova nel mirino delle critiche e nel 2015 l'attacco portò la firma di Michele Mouton , vice campionessa del mondo WRC targato 1982 e attualmente presidente della stessa commissione dove si insidierà la 29enne: "La scelta di Lotus di coinvolgere la spagnola nel progetto F1 è inadeguata" commentò senza nascondere il suo personale sdegno.

Donne e motori... voi da che parte state ? Ai commenti l'ardua sentenza.

Fonte: l'autore Scacco Matto

DI' LA TUA

3
3 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. antgean619 - 3 anni

    no vi prego non rovinate la f1

  2. .Scacco.Matto. - 3 anni

    Donne e motori… voi da che parte state ? MOTORI4EVER

  3. bernipappalardo - 3 anni

    effettivamente perché lei ?

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.