Formula 1, doppietta umiliante della Mercedes

La Ferrari arranca con Vettel in quarta posizione, ritiro per Raikkonen

di Piero Tansini
Piero Tansini
(232 articoli pubblicati)
13 mag 2018Ennesima doppietta Mercedes

In questi giorni è scoppiato il caso che la Pirelli con le nuove gomme abbia favorito la Mercedes. Se fosse vero sarebbe dequalificante e antisportivo il comportamento della casa Milanese ma senza verifiche meglio non accentuare la polemica. Vettel parte bene e supera Bottas mentre Hamilton va in fuga con una Mercedes perfetta e veloce. Il tempo è minaccioso e sembra voltare la faccia al sole facendo cadere gocce di pioggia. Al 2° giro c'è un contatto tra Grossjean, Gasly e Hulkenberg che obbligano a entrare in pista la Safety Car. Fernando Alonso oggi è in palla e supera Ocon portandosi al 10° posto. Al 9° giro Lewis Hamilton stampa il nuovo record della pista.

Vandoorne è sotto investigazione dai commissari per irregolarità alla curva 2 e verrà penalizzato di 5 secondi. Al 18° giro pit stop per Vettel  che rientra 7°. Al 20° giro rientra V.Bottas , al 22° giro rientra F.Alonso. Al 25° giro  Si ritira per problemi di motore K.Raikkonen. Al 26° giro rientra L.Hamilton. Al 31° giro ha problemi Ocon con la Force India mentre sono in ottima posizione le due Alfa Romeo Sauber C37. Al 33° giro rientra K.Magnussen con la Haas-Ferrari. Al 34° giro pit stop per D.Ricciardo.

Al 35° giro rientra Max Verstappen che era al comando della corsa. Hamilton si riprende il comando e va in fuga solitaria inseguito a 10 secondi da S.Vettel. Al 40° si ferma col motore muto la Force India di Ocon e va in vigore il regime di Virtual Safety Car per recuperarla. Qui viene commesso l'errore di strategia del muretto Ferrari che fa rientrare per il pit stop Vettel quando esce è in quarta posizione.

In una fase di doppiaggio il solito Max Verstappen fa una manovra al limite ai danni di Sirotkin e danneggia l'alettone anteriore ma per fortuna sua e sfortuna di S.Vettel che lo insegue può continuare. Al 44° rientra ai box Sirotkin con la Williams danneggiata. Al 48° giro si ritira Vandoorne con la Mc Laren. Purtroppo il distacco di S.Vettel dalla testa della corsa si aggira sui 30 secondi difficili da recuperare. Il pilota della Ferrari tenta invano di avvicinarsi a Max Verstappen che continua nonostante l'alettone danneggiato della sua Red Bull.

Nel finale un Sebastian Vettel ormai rassegnato evita di rimontare su Max Verstappen e la gara termina con una doppietta Mercedes che deve fare riflettere a Maranello dopo l'exploit dei primi tre Gran Premi in cui sembrava che la Ferrari fosse alla pari o leggermente superiore alla Mercedes.

In classifica il divario tra Vettel e Hamilton comincia ad essere preoccupante e andranno riviste nei prossimi Gran Premi le strategie che però ad inizio stagione avevano consentito a Vettel di vincere. Dispiace per il ritiro di Kimi Raikkonen ma sono felice per l'ennesima dimostrazione di capacità del giovane Charles Leclerc che con l'Alfa Romeo Sauber C37 agguanta l'ultimo punto della classifica.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.