Ferraristi abbiate pazienza e non disperatevi

C'è già chi vede un altro anno nero per la Ferrari dopo la sconfitta in Spagna

di Piero Tansini
Piero Tansini
(248 articoli pubblicati)
FORMEL 1 GP VON MONACO 2001FREIES TRAINI

Italiani brava gente ma appena uno è ai vertici lo ammirano e invidiano per poi voltarle le spalle quando cade in basso. Basta vedere quanto tempo è trascorso prima di formare un Governo da chi è stato votato in maggioranza ma qui di Politica non parlo. Sto parlando invece del momento poco favorevole della Ferrari dopo un positivo avvio di stagione. Sembrava l'anno giusto per il Mondiale. La nuova Ferrari SF71-H si è dimostrata subito competitiva sia con S.Vettel che con K.Raikkonen.

E' bastato un cambiamento nelle misure delle gomme per farla rientrare nei ranghi già in Spagna dove ha dominato la Mercedes con L.Hamilton e V.Bottas. Come se non bastasse anche la Red Bull si è messa ad andare più forte stando davanti a S.Vettel . Pur con l'alettone anteriore danneggiato M.Verstappen è salito sul podio al Montmelò davanti appunto a S.Vettel.

Chi come me ha nel cuore un Cavallino Rampante non si è scoraggiato ed è rimasto vicino al team ed ai piloti. Altri invece hanno già riposto nel cassone le bandiere del Cavallino Rampante. Certo sono un pò sgualcite dato che non sventolano al Mondiale da 11 anni. Era il 2007 quando K.Raikkonen  vinse in modo rocambolesco l'ultimo Titolo Iridato Piloti di un pilota del Cavallino.

Allora fu determinante la rivalità molto accesa tra i due piloti della Mc Laren- Mercedes Fernando Alonso Lewis Hamilton. Ad essere onesti Felipe Massa lo poteva vincere anche nel 2008 senza quel madornale errore ai box di Singapore.

Certo sono lontani anche i tempi in cui la Ferrari dominava grazie a M.Schumacher ed allo staff tecnico di allora che sapeva dare al Campione Tedesco una macchina competitiva e se non lo era lui ci metteva tanto del suo. Chi scrive questo articolo lo ha visto durante i test sia a Fiorano che Monza e,credetemi, era Fortissimo.

Ora non voglio certo scrivere che S.Vettel non sia all'altezza di Schumacher ma qualche errorino lo fa ancora mentre k.Raikkonen si porta addietro un bel pizzico di sfortuna come in Spagna dove il motore lo ha piantato in asso sia nelle libere che in gara.

Certo c'è di che scoraggiarsi dopo il risultato dell'ultimo Gran Premio ma "una rondine non fa primavera" e quindi non è detto che la Mercedes domini anche a Montecarlo. Questo è un circuito ostico e difficile dove conta partire davanti data la difficoltà dei sorpassi. Più che il motore conta l'affidabilità delle componenti meccaniche messe a dura prova nel Toboga Monegasco.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. tpfas_645 - 4 mesi

    Ho il piacere di informarvi che il 23 maggio 2018 ho rinnovato il mio impegno con la Scuderia Ferrari a livello di Marketing e altro. Impossibile voltarle la faccia proprio ora.
    Grazie

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.