Ferrari, Ducati e Aprilia scelgono italiani. E tu?

Nel 2019 i due team di MotoGP avranno ben quattro piloti Italiani complessivamente

di Piero Tansini
Piero Tansini
(221 articoli pubblicati)
Indimenticabile Michele Alboreto in Ferr

La Scuderia Ferrari ha sempre avuto una certa avversione ad ingaggiare piloti italiani. Quando era in vita il Commendator Ferrari prendeva come scusante che in caso d'incidente avrebbe dovuto subire una guerra mediatica non comune. Certamente qualche italiano in Ferrari è arrivato nel corso degli anni come per esempio il compianto Michele Alboreto che è stato l'ultimo pilota italiano ad essere ingaggiato direttamente dal Commendator Ferrari nel 1984.

Con Alboreto la Ferrari sfiorò il titolo iridato nel 1985. Poi arrivarono in Ferrari Gianni Morbidelli che corse a fine stagione 1991 dopo il licenziamento di Alain Prost e nel 1992 arrivò con tante speranze l'attuale commentatore televisivo di Italia 8 Ivan Capelli. Poi per alcuni Gran Premi pilotò una Ferrari di Formula 1 Giancarlo Fisichella quando sostituì l'infortunato Felipe Massa.

Unico italiano a vincere due titoli iridati , 1952/53 su una Ferrari fu Alberto Ascari. Altro nome famoso di casa nostra fu Lorenzo Bandini. Fortunatamente nel Moto Mondiale i team di licenza Italiana nella classe regina MotoGP hanno dato fiducia a piloti di nazionalità italiana. Nel 2019 infatti sia Ducati che Aprilia faranno correre con loro moto ben 4 piloti Italiani. Per Ducati correranno nel team ufficiale Andrea Dovizioso Danilo Petrucci mentre nel team satellite Alma Pramac correrà l'attuale leader della Moto 2 Francesco "Pecco" Bagnaia. 

Aprilia ha annunciato l'ingaggio biennale di Andrea Iannone attuale pilota della Suzuki. Quindi se vuole la Ferrari potrebbe ingaggiare dopo anni un pilota italiano. Nell'Academy Ferrari ci sono validi piloti ma chi ha già esperienza in Formula 1 attualmente è Antonio Giovinazzi che ormai veste da ben due anni i panni di tester del team del cavallino rampante.

Visto che si punta anche ad un'innalzamento di competitività dell'Alfa Romeo Sauber con lo spostamento nel team come direttore tecnico dell'ingegner Simone Resta non dovrebbero esserci problemi a trattenere nel team il giovane talento Monegasco Charles Leclerc anche per la prossima stagione dove avrà modo di maturare ancor maggior esperienza.

Si vocifera in giro che potrebbe arrivare a Maranello anche Daniel Ricciardo di origini Italiane ma sarà contento Sebastian Vettel? Ovviamente in Ferrari non possono farsi condizionare dal pilota neanche da me ma a volte metterle delle pulci nelle orecchie si ottiene qualcosa. Quindi aspettiamo tempi più favorevoli nel corso del 2018 per vedere se a Maranello hanno voglia di piloti italiani in squadra.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.