F1| MERCEDES AI TEST CON UN VOLANTE MOBILE. COS’È ESATTAMENTE IL DAS?

Mercedes si presenta ai test con un volante in grado di influire sulla convergenza degli pneumatici. E' subito polemica sulla regolarità del dispositivo

di Chiara Lorenzini
Chiara Lorenzini
(11 articoli pubblicati)
F1 Testing Barcelona Hamilton

Il suo nome è DAS (Dual Axis Steering) ed è l’ultima delle innumerevoli trovate della Mercedes. Nel secondo giorno di test a Barcellona, la telecamera on-board di Lewis Hamilton ha ripreso un "movimento anomalo" del volante della sua W11, il quale si spostava verso il pilota lungo i rettilinei per poi tornare al suo posto in prossimità delle staccate. Quello che in un primo momento poteva sembrare un malfunzionamento, si è rivelato essere un sistema di sterzo a doppio asse

La particolarità di questo dispositivo è proprio quella di andare ad influire sulla convergenza degli pneumatici anteriori. Una trovata geniale se si pensa che questo conferirebbe alle Frecce d'Argento una macchina performante sia in curva che in rettilineo. Ma come esattamente? Solitamente per avere una monoposto più reattiva nell'inserimento si sceglie un angolo di convergenza negativo, che va a sacrificare le gomme portandole ad usurarsi maggiormente quando ci si trova sul rettilineo.  La possibilità di modificare l’angolo di convergenza è quindi una trovata particolarmente brillante per  preservarle, sfruttando una convergenza zero sul dritto.  Nonostante questo,  il sistema non dovrebbe incidere sull'aerodinamica. 

Questa soluzione, che potrebbe essere considerata non conforme al regolamento,  ha scatenato un’infinità di polemiche. La FIA l’ha decretata regolare, riservandosi di compiere ulteriori accertamenti per quel che riguarda la sicurezza del pilota. James Allison - direttore tecnico di Mercedes - assicura che la Federazione ne fosse già al corrente: “Il DAS non è una novità per la FIA, ne stavamo parlando con loro da tempo. La regola è abbastanza chiara su ciò che è permesso nei sistemi di sterzo”.  Parlando poi del sistema a doppio asse aggiunge: “Il nuovo sistema DAS, è un’idea innovativa che permette al pilota una dimensione extra di controllo sul sistema di sterzo”.

Per ulteriori informazioni sul dibattito DAS non ci resta che attendere. Quel che è certo è che un’innovazione così fa paura, soprattutto tenendo conto del fatto che sarà difficilmente replicabile dagli avversari senza la necessità di modificare l'anteriore della loro monoposto.

La fonte dell'articolo è l'autore Chiara Lorenzini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.