F1 Brasile, Hamilton vince ringraziando Ocon

Clamoroso errore di Ocon che da doppiato tampona il leader della gara Verstappen. Vince Hamilton, Mercedes campione del mondo. Gara deludente per le Ferrari

di Amedeo Barbagallo
Amedeo Barbagallo
(7 articoli pubblicati)
Incidente

Sabato movimentato quello che ha portato alla ventesima gara della stagione. Nelle qualifiche Lewis Hamilton è stato il più veloce, ma due episodi controversi macchiano la splendida prestazione del campione del mondo. Il pilota inglese ha ostacolato leggermente Kimi Raikkonen nel suo giro lanciato, mentre una sterzata improvvisa ha mandato fuori pista Sirotkin. Incredibilmente i commissari hanno sorvolato, graziando così l'inglese della Mercedes. Destino inverso per Sebastian Vettel, multato di 25 mila euro per aver danneggiato lo strumento che pesa le monoposto, durante un improvviso controllo dei commissari avvenuto in un momento cruciale delle qualifiche.

Anche in gara non sono mancate le polemiche. Mentre Max Verstappen si trovava saldamente in testa, il pilota della Force India Esteban Ocon decide di sdoppiarsi, tamponando e mandando in testacoda la monoposto dell’olandese. Sarà uno stop and go di 10 secondi la penalità inflitta al francese, troppo blanda rispetto alla grave infrazione commessa. 

Alla fine vince Lewis Hamilton, che sfrutta al massimo l’inconveniente capitato al pilota della Red Bull. Si tratta di una vittoria immeritata e fortunosa, simbolo di una stagione polemica e piena di episodi. Grazie ai punti conquistati dai due piloti della Mercedes, la scuderia di Brackley è campione del mondo costruttori per la quinta volta consecutiva.

Resa totale per la Ferrari, che non riesce a contrastare gli avversari. Deludente sesto posto per Sebastian Vettel, mentre Kimi Raikkonen sale sul gradino più basso del podio. Chiude quarto Daniel Ricciardo, che dopo una sfortunata serie di ritiri, riesce a completare un gran premio senza intoppi. Splendida settima posizione per Charles Leclerc, sempre più vicino all’approdo a Maranello. Chiudono la top ten le due Haas e la Force India di Perez.

Lo scontro tra Ocon e Verstappen è continuato nel post-gara dove l’olandese, infuriatosi per quanto successo in pista, ha spintonato più volte il pilota della Force India, beccandosi una multa molto particolare: due giorni di “servizi di pubblica utilità” presso la direzione FIA, da scontare entro sei mesi dall’incidente. 

Non resta che aspettare il gran premio conclusivo della stagione, il 25 novembre ad Abu Dhabi. Sarà l’ultima gara di Kimi Raikkonen in Ferrari e l’epilogo della carriera di Fernando Alonso in Formula 1.

Fonte: l'autore Amedeo Barbagallo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.