F1 2019: focus sulle novità tecniche della prossima stagione

Ci si avvia alla prima settimana di test a Barcellona, ma come sono cambiate le monoposto rispetto a quelle dell’anno scorso?

di Marco Coricelli
Marco Coricelli
(6 articoli pubblicati)
FIA

Siamo ormai a un mese esatto dall’avvio della nuova stagione di F1 in Australia. Nell’ultima settimana sono avvenute le presentazioni ufficiali delle nuove monoposto (a parte quella della nuova Alfa Romeo Racing che vedremo direttamente a Barcellona durante i test). Se da una parte c’è stato un festival di colori e di livree molto particolari, le parti interessanti come sempre rimangono quelle nascoste, o che si possono notare da una analisi molto dettagliata delle vetture. Infatti tutte le case nelle varie presentazioni hanno portato delle monoposto con dei colori molto belli e caratteristici. Basti pensare che anche la nuova Ferrari SF90 si veste di un rosso opaco, in netta opposizione rispetto al colore lucido impiegato fino al 2018. La scelta di queste soluzioni porta sicuramente a un maggiore coinvolgimento da parte dei tifosi e degli appassionati, ma sembra anche un modo per far concentrare l’attenzione sulle vernici piuttosto che sul reparto tecnico delle monoposto.

E allora senza andare a scomodare ogni singolo team andiamo a vedere (senza scendere troppo nel dettaglio) cosa dice il regolamento tecnico FIA per il 2019. La parte più interessante riguarda sicuramente la semplificazione dell’ala anteriore che avrà ora una lunghezza pari a quella della carreggiata della vettura (pari a 2000 mm). Ma sono i profili orizzontali che verranno tagliati quasi del tutto: adesso non potremmo avere più di 5 profili. Il motivo di tale scelta è quello di cercare di disturbare il meno possibile il flusso d’aria delle vetture che seguono in modo da poter aumentare lo spettacolo in pista. Aumenterà anche la l’altezza dell’ala passando da 200 mm a 225 mm.

Per quanto riguarda l’ala posteriore anche qui troviamo un aumento delle dimensioni, in particolar modo in larghezza. L’ala passerà da 950 mm di larghezza a 1050 mm. Non potranno essere più previsti intagli sulle pareti laterali. Un’ala così grande porterà un aumento della resistenza aerodinamica, che verrà compensata con una maggiore apertura del DRS. L’aumento di queste dimensioni porterà anche un altro effetto: vettura risulterà ora più pesante e più lunga a parità di passo. Il limite di lunghezza consentito nel 2018 era di 3910 mm, nel 2019 questo limite si alzerà a 4035 mm. Anche l’aumento delle dimensioni dell’ala posteriore è una manovra atta a regolarizzare il flusso d’aria in uscita dalla monoposto, in modo da creare meno disturbi a chi segue.

Chiudiamo con un cenno sul peso vettura e sulla disposizione degli specchietti. Nel 2019 il peso totale aumenta fino a 740 kg (compreso il pilota). I serbatoi saranno più grandi, in grado di ospitare fino a 110 kg di carburante. Il peso a pieno carico della vettura in definitiva aumenterà di più di 10 kg andando a toccare gli 850 kg. Per quanto riguarda gli specchietti dopo il pasticcio regolamentare del 2018, nel nuovo regolamento la FIA ha rafforzato le disposizioni tecniche in modo da aumentare la visibilità e rendere la scelta della disposizione praticamente univoca.

Dopo aver fatto il punto della situazione su questi aspetti regolamentari più importanti, non ci resta ora che dare la parola alla pista, ricordando che quelli che seguiranno adesso a Barcellona sono solo dei test e le prestazioni andranno valutate con le pinze. Infatti si inizierà a fare sul serio solamente il 17 Marzo a Melbourne!  Pardon per i terrapiattisti l’appuntamento slitta invece al 31 marzo in Bahrein.

Fonte: l'autore Marco Coricelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.