Ducati e Ferrari: l’Italia che corre veloce

Nel primo gran premio della stagione, Dovizioso e Vettel portano le due scuderie italiane sul gradino più alto del podio

di Francesca Landini
Francesca Landini
(144 articoli pubblicati)
Australian F1 Grand Prix

Chi ben comincia è a metà dell’opera”, così recita un celebre modo di dire che calza a pennello per il mondo dei motori italiani. Una settimana fa, infatti, Dovizioso ha vinto la prima gara della stagione di MotoGp in Qatar. Una gara combattuta ed incerta fino all’ultima curva, quando il Dovi ha resistito all’attacco del sempre affamato Marc Marquez ed, insieme alla sua Ducati, ha tagliato il traguardo per primo. La casa di Borgo Panigale, in questa stagione si conferma super competitiva e mira a conquistare il titolo costruttori a discapito della altre due super potenze del circuito, Honda e Yamaha. 

Ieri un’altra grande vittoria dello sport italiano. Nell’esordio stagionale in Australia, la Ferrari di Sebastian Vettel ha schiantato la concorrenza dei rivali e, complice anche un po’ di fortuna che non guasta mai, si è classifica al primo posto. A completare il trionfo del cavallino, l’ottima terza piazza di Kimi Raikkonen. Tra i due piloti di Maranello, l’insidiosissimo Lewis Hamilton che con la sua McLaren parte (per l’ennesima stagione) con i favori del pronostico.

Ducati e Ferrari, ovvero l’Italia che lotta, che combatte, che si ingegna e che non smette mai di sognare. L’Italia che grazie al lavoro incessante ed encomiabile di tecnici, ingegneri e meccanici vuole dimostrare al mondo la sua forza e la sua potenza. Due scuderie storiche che vogliono conquistare qualcosa di importante in questa stagione che, sicuramente, sarà dura e complessa. Sia la moto di Borgo Panigale sia la monoposto di Maranello, lo scorso anno hanno sfiorato la vittoria, la conquista del titolo mondiale, sfuggito via come una folata di vento a favore di Honda e McLaren. Con la determinazione ed il lavoro, quest’anno le rosse vogliono tornare a stupire. L’esordio non poteva essere più convincente di così: ora non resta che continuare a far gioire l’Italia e gli italiani. Perché in fondo Ducati e Ferrari sono un patrimonio di tutti. Ed in un periodo non certo positivo per il nostro bel Paese, è sempre bello sapere che una parte d’Italia, una piccolissima parte della nostra nazione vince, domina e ci inorgoglisce talmente tanto che il cuore rosso fiammante di ognuno di noi torna a battere forte. Batte a ritmo dei motori. Batte per l’Italia che corre più veloce della luce. Per l’Italia che incanta, stupisce e ben impressiona. Per due scuderie che hanno fatto, fanno e faranno la storia del mondo dei motori. 

La stagione è iniziata come meglio non si poteva. E a Bologna ed a Maranello fanno già tutti gli scongiuri del caso...

Fonte: l'autore Francesca Landini

DI' LA TUA

2
2 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. enzoruscon_266 - 9 mesi

    Domenica scorsa per chi veramente appassionato di MOTORI e’ stata una giornata veramente da INNO tricolore ..oltre alla F1…La SBK a visto per la prima volta la vittoria Ducati in thailandia e sopratutto la grande impresa di ANTONIO..vinto le due manche in Spagna ..MXgp

    1. Francesca Landini - 9 mesi

      Doppietta strepitosa di Tony Cairoli!

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.