Parigi 2024, la prima frontiera per le Olimpiadi degli eSports

Nel 2024 le Olimpiadi potrebbero, chissà, abbracciare una volta per tutte una nuova disciplina. Un nuovo campionato mondiale targato eSports

di Daniele Bartocci
Daniele Bartocci
(237 articoli pubblicati)
FC Schalke 04 - General Assembly

Le Olimpiadi di Parigi 2024 potrebbero ospitare una piacevolissima "new-entry". Mancano ancora 7 anni, ciononostante regna la speranza e a tratti la scaramanzia degli appassionati eSports. Un mix di risposte intrecciate e che ad oggi non possono dare un'idea definitiva. L'opinione comune di numerosi pro-player giunge ad un unico obiettivo: abbracciare gli eSports a Parigi 2024. Difficile, ma non impossibile, nonostante ci siano varie dinamiche e diversissimi filoni di pensiero a tal proposito. Linee filosofiche che hanno interessato recentemente anche il Presidente del Coni Malagò che ha definito la questione videogame alle Olimpiadi come una sorta di "barzelletta".

Va detto che il pianeta eSports, nella nuova era digitale che stiamo vivendo, sta riscuotendo un notevole apprezzamento da parte degli utenti online e offline. Calcio in particolar modo, ma anche basket, ruote virtuali, tematiche d'azione e compagnia bella. La domanda che in molti si chiedono è se Olimpiadi ed eSports potranno presto sposarsi e dar vita ad una coppia inseparabile ed intramontabile. Il co-presidente del comitato organizzatore di Parigi, il tuttofare Tony Estanguet, ha fatto capire di avere di fronte una grande possibilità per il movimento nel suo complesso, un'opportunità chiamata Olimpiadi eSports. Una vetrina che sarebbe innovativa e ricca di fascino, che potrebbe regalare alle nuove generazioni dell'era digitale un'atmosfera da brividi e mai provata finora. Ora andranno definiti i quadri normativi di riferimento e soprattutto dovranno essere sviluppate delle linee guida concrete e coerenti, che possano presto trasformarsi in sinonimo di pragmatismo e di futuri orizzonti olimpionici. Con nuove opportunità di business e introiti pubblicitari di non secondario livello. L'attesa è tanta, speriamo che finisca presto.

Fonte: l'autore Daniele Bartocci

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.