Il nostro pugilato è nelle buone mani di Daniele Scardina

Non solo tatuaggi e musica rap, il ragazzo ha un gran pugno

di Luca Sala
Luca Sala
(146 articoli pubblicati)
Thunder Milano Boxe Team - Press Confere

Al Super Studio di Milano abbiamo scoperto un super pugile nel Rozzanese Daniele Toretto Scardina che conquista la sua prima cintura internazionale da professionista nella  categoria supermedi . Una bella storia quella del pugile  ventiseienne  nato nella periferia milanese con il grande sogno di diventare campione in America, il Paese della grande boxe per antonomasia dove da un anno si e' trasferito per  allenarsi  e combattere al meglio. Il suo cammino ricalca quello di Arturo Gatti e  soprattutto dell'indimenticabile Vito Antuofermo  e secondo me la serata appena svoltasi nel cento di Milano garantisce che i suoi passi sul ring siano quelli giusti.

Infatti se c'è una colpa che anche ai bei tempi veniva imputata ai nostri pugili era e restava la cronica voglia di schivare più che di attaccare l'avversario, basti pensare a Patrizio Oliva ritenuto campione della difesa e della corsa all'indietro in cui peraltro eccelleva. Scardina invece dimostra tutto un altro approccio sul quadrato, si vede lontano un miglio che la sua scuola e' quella tipicamente anglosassone del venire sempre e comunque sotto,  dicendo pero' a chiarissime lettere che i suoi colpi portati con tutte e due le mani sono  precisi oltre che potenti.

Dispone sicuramente di una tecnica di prim'ordine,  ha portato infatti  dalla prima alla decima e ultima ripresa una serie continua di ottimi jab sinistri e super montanti destri che l'avversario finlandese  ha miracolosamente assorbito mettendo comunque le ginocchia a terra e salvandosi per il rotto della cuffia. Giusta la smodata esultanza finale di Scardina  che battendosi i pugni sul petto  faceva seguire il fiero gesto a due mani di stringere  la cintura alla vita al momento del vittorioso verdetto , poco prima che il suo clan italo americano gliela facesse giustamente indossare !

Al microfono il bravo ragazzo della nostra boxe dichiarava che era il primo passo per prendersi l'Europa e il Mondo , di sicuro uno come lui serviva al Rinascimento del pugilato nostrano e sapere che lo tutelino manager del calibro di Salvatore Cherchi e Eddie Hearn depone ampiamente a suo e nostro favore.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 7 mesi

    Anticipo e fiuto sono caratteristiche dei veri intenditori, come dimostra questo nuovo articolo ben fatto su uno sport come la boxe finalmente protagonista anche in Italia.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.