Giro delle Fiandre: clamorosa vittoria di Alberto Bettiol

L'atleta della Education First stacca tutti a 18 km dall'arrivo e si lancia in solitaria al traguardo: a 25 anni trova il primo successo in carriera.

di Davide Manca
Davide Manca
(396 articoli pubblicati)
Le Tour de France 2017 - Stage Twenty

Alberto Bettiol vince la 103esima edizione del Giro delle Fiandre, seconda classica monumento della stagione ciclistica. Il 25enne della Education First riporta la classica in Italia 12 anni dopo la vittoria di Alessandro Ballan nel 2007.

Durante la corsa, sulla distanza di 270 km da Anversa a Oudenaarde, Bettiol rimane sempre nel gruppo dei migliori. A circa 50 km dalla fine, attaccano Sep Vanmarcke (Education First) e Vandenbergh (AG2R), presto ripresi da Asgreen (Deceuninck), mentre uno dei favoriti, l'olandese van der Poel (Corendon) - vincitore quattro giorni fa dell'Attraverso le Fiandre in volata - cade, ripartendo con un ritardo di circa 30" dal gruppo. Vanderbergh perde contatto dagli altri fuggitivi, che sono raggiunti da un altro olandese, Van Baarle del Team Sky. Il corridore Sky tenta il forcing sul terzultimo muro della gara, il Kruisberg, ma Vanmarcke e Asgreen rientrano ricomponendo un terzetto al comando.

Van der Poel conclude il suo inseguimento rientrando nel gruppo principale e attaccando sul Kruisberg assieme a Valverde (Movistar) - all'esordio nel Giro delle Fiandre - Van Avermaet (CCC) e Jungels (Deceuninck): gli attacchi sono tutti stoppati dagli altri contendenti e Vanmarcke è riassorbito dagli inseguitori, lasciando Van Baarle e Asgreen in testa alla corsa. Restano una ventina di km e una ventina di corridori, tra cui Valverde, Sagan (BORA), Van Avermaet, Matthews (Sunweb), Kristoff (UAE; già vincitore nel 2015), van der Poel, Naesen (AG2R), Benoot (Lotto Soudal), Jungels, Lampaert (entrambi alla Deceuninck), Stuyven (Trek) e Trentin (Mitchelton-Scott). Uno dei favoriti della vigilia, Stybar (Deceuninck), si stacca dal gruppo.

Vanmarcke e Langeveld iniziano a tirare in testa al gruppo per l'attacco di Bettiol sul penultimo muro del percorso, l'Oude Kwaremont: recuperati i fuggitivi, Bettiol attacca in faccia a tutti i principali favoriti e s'invola da solo al traguardo sverniciando gli avversari, che a differenza del toscano non hanno più energie. Da una decina di secondi, il 25enne dell'Education First raddoppia il proprio vantaggio sugli inseguitori che non trovano la collaborazione e cercano di riprendere Bettiol con sforzi individuali, tutti vani. Bettiol resiste negli ultimi 17 km della gara e arriva da solo al traguardo, conquistando contro ogni pronostico e meritatamente la sua prima vittoria, arrivata in una grande classica.

Al secondo posto Kasper Asgreen, uscito dal gruppo negli ultimi km nel tentativo di raggiungere Bettiol, terzo Kristoff che vince la volata davanti a un eroico van der Poel, poi Politt (Katusha), Matthews, Naesen, Valverde, Benoot, Van Avermaet e Sagan, undicesimo. Trentin 21°, Colbrelli 30°. Si completa una doppietta italiana al Giro delle Fiandre: poche ore prima, la campionessa europea in carica Marta Bastianelli aveva trionfato nell'edizione femminile della corsa precedendo van Vleuten e Uttrup Ludwig in volataE' l'undicesima vittoria italiana nella classica belga dopo quelle di Magni (1949, 1950 e 1951), Zandegù (1967), Argentin (1990), Bugno (1994), Bartoli (1996), Bortolami (2000), Tafi (2001) e Ballan (2007).

Fonte: l'autore Davide Manca

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.