Giro d’Italia, Tratnik vince ma maglia rosa ancora ad Almeida

Jan Tratnik vince la 16a tappa, Almeida rimane in rosa per il 14esimo giorno consecutivo.

di Antonella Borandi
Antonella Borandi
(19 articoli pubblicati)
Giro dItalia 16a tappa Udine -San Daniel

Dopo la grande vittoria del britannico Tao Geoghegan Hart a Piancavallo e la seconda giornata di riposo è ancora il territorio del Friuli alla ribalta esclusiva di questa 16a tappa con itinerario tutto in provincia di Udine e con due terzi del percorso che interessa le Prealpi Giulie per un totale di 229 km.

Al mattino giunge la notizia della positività al COVID di Gaviria, costretto ad abbandonare la corsa, fortunatamente negativo il resto della squadra.
Il corridore 26enne colombiano della UAE Emirates risultato positivo, e asintomatico, era già risultato positivo a marzo e si era perfettamente ristabilito, all’epoca era stato ricoverato per due settimane.

Tre le insidie di percorso con la salita al GPM di Madonnina del Domm, 2^ cat., a m. 949 e i suoi 11,900 km con pendenza media 6,6% e punta massima all’11,4%. Si scende poi nella piazza di Cividale del Friuli, centro di riferimento delle Valli del Natisone, fiume che in città è scavalcato dal notissimo “ponte del diavolo”. Poi dopo aver superato San Pietro al Natisone, un’altra salita verso il GPM di 3^ cat. di Monte Spig, a m. 612, dove sorge anche il Santuario di Castelmonte, il più antico del Friuli, in panoramica posizione, già nell’ambito comunale di Cividale. Si scende nuovamente verso Cividale, nella frazione di Carraia, poi si passa per Moimacco, Ziracco e un altro GPM di 3^ cat. situato ai m. 614 di Monteaperta. Segue la discesa, passando da Villanova delle Grotte, poi Buja e superato Muris, si inizia quindi la salita al Monte di Ragogna, GPM di 3^ cat., a mt. 494 con quasi 3 km di salita e pendenza media del 10,4% mentre la punta di massima è 16% a circa metà ascesa. L’itinerario di oggi prevede per il Monte di Ragogna ben due giri di un circuito finale assai impegnativo per poi concludersi a San Daniele del Friuli. Infatti é proprio sul secondo passaggio che Tratnik e Boaro tentano di allontanarsi, ma é sul gran finale che Tratnik viene raggiunto da O’Connor, i due arrivano al traguardo quasi insieme, sennonché il corridore sloveno vola via negli ultimi 500 metri ottenendo la prima vittoria del giro. Nibali ha marcato stretto la maglia rosa Almeida, facendo ben sperare le tappe dei prossimi giorni, che saranno decisive per questo Giro d’Italia 2020.

Fonte: l'autore Antonella Borandi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.