Viareggio Cup, sarà Fiorentina-Inter la finale

Juventus nettamente battuta dai toscani, i nerazzurri non fanno sconti al Parma

di Elias Bernasconi
Elias Bernasconi
(6 articoli pubblicati)
Juventus U19 v ACF Fiorentina U19 - Viar

La finale della settantesima Coppa Carnevale - che avrà luogo mercoledì 28 marzo alle 15 allo Stadio dei Pini - si annuncia molto equilibrata: a conquistarla sono state infatti due squadre che dalla prima settimana si sono fatte notare per costanza nelle prestazioni e organizzazione tattica. Nelle semifinali Juventus e Parma non hanno potuto che arrendersi di fronte alla superiorità delle due finaliste: i ragazzi di Emiliano Bigica hanno sconfitto senza appelli i bianconeri per 4-1, mentre i nerazzurri guidati da Stefano Vecchi hanno fatto valere il maggior tasso tecnico mettendo fine alla sorprendente cavalcata dei Crociati, unici superstiti tra squadre appartenenti al campionato di Primavera 2. 

La cronaca: Juventus-Fiorentina 1-4 

Allo Stadio dei Pini di Viareggio la Fiorentina ha il merito di sfruttare da subito le occasioni create, portandosi in doppio vantaggio già nei primi quindici minuti di gara. Al 8’ Ranieri mette in mezzo un traversone che i centrali difensivi della Juventus valutano male, mancando il colpo di testa. Il pallone arriva così sul versante opposto a Maganijc che è trova in mezzo Lakti, bravo a girarsi e a battere di destro Loria con un rasoterra sul secondo palo: è 0-1. I ragazzi di Bigica continuano a spingere, e al 14’ trovano il raddoppio. Dalla bandierina Valencic mette in mezzo un pallone teso che Mosti riesce a deviare di testa: Loria respinge d’istinto ma nulla può sul tap in ravvicinato di Diakhate, dimenticato in marcatura da Delli Carri

Nella pausa mister Dal Canto prova a scuotere i suoi, che entrano in campo con un piglio diverso e al 51’ accorciano le distanze: Muratore recupera palla sulla corsia di destra e serve Montaperto che di sinistro da fuori area batte Ghidotti con una conclusione che termina di poco sotto l’incrocio dei pali. Ma la beffa per i bianconeri arriva due minuti più tardi, al 53’. Pinto lancia in profondità per Gori, il centrale difensivo Zanandrea è in netto vantaggio ma commette un’ingenuità, con Gori che di mestiere sfrutta il fisico per soffiargli la sfera e battere Loria in uscita: è 1-3.

La rete subita poco dopo aver riaperto le speranze è un colpo durissimo per la Juventus, che non trova le forze per tornare in partita. La Fiorentina, invece, si conferma molto ispirata in fase offensiva. Al 91’ i viola sbagliano anche un rigore procurato da Longo, con Diakhate che litiga per battere il penalty sul quale però vola Loria. Un minuto dopo, al 92’, il capitano della Fiorentina si fa perdonare mettendo il definitivo sigillo sulla sfida, approfittando dell’ennesimo svarione difensivo dei bianconeri. Sottil sfugge sulla linea di fondo, si avvicina a Loria e conclude: il portiere respinge ma nulla può sul tap in del senegalese.  

La cronaca: Inter-Parma 2-0 

Sul campo sintetico dell’Intels Training Center di La Spezia è l’Inter di Stefano Vecchi a comandare le operazioni nella prima mezz’ora, rendendosi più volte pericolosa dalle parti del sempre attento Adorni, tra migliori estremi difensori ammirati in questa edizione. Dopo lo scoccare della mezz’ora è il Parma rendersi pericoloso, ma contro l’andamento del gioco sono i nerazzurri a passare in vantaggio al 39’. Dopo una bella parata di Adorni su Rover, l’Inter sfrutta al meglio il corner in suo favore con Rover bravo a svettare più alto di tutti e mettere di testa un pallone velenoso sul palo alla destra di Adorni, che questa volta non ci può arrivare: è 1-0.

Nonostante il vantaggio è sempre l’Inter a fare la partita, con il Parma che fatica a rendersi pericoloso dalle parti di Pissardo e i nerazzurri bravi in fase di interdizione ad impedire costantemente ai Crociati di sviluppare il proprio gioco. Lo scarto resta però minimo, con la rete della definitiva tranquillità che arriva solo al 75’: sempre da situazione di calcio d’angolo questa volta è l'irlandese Nolan a mettersi in luce, inserendosi con i tempi giusti dalle retrovie e battendo Adorni per quella che è la rete che sancisce la finale per i nerazzurri.

Fonte: l'autore Elias Bernasconi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.