Viaggio a Kaliningrad: città di Kant e sede del Mondiale

Un'exclave russa in mezzo tra la Lituania e la Polonia. La città che ha dato i natali a Immanuel Kant, nonché una sede della prossima Coppa del Mondo.

di Marco Ghilotti
Marco Ghilotti
(99 articoli pubblicati)
Media Tour ahead of the 2018 FIFA World

Una città russa solo da 73 anni, parte della Prussia e poi della Germania per circa sette secoli, più precisamente dal 1255 al 1945, quando dalla Conferenza di Potsdam uscì che il suo controllo sarebbe passato dall'ormai defunto Terzo Reich all'allora URSS, oggi Federazione Russa. Oltre che per la sua storia, la città è famosa per aver dato i natali a Kant, per essere una sede del Mondiale e per avere una squadra di calcio, che galleggia tra seconda e terza serie. 

Un concittadino metodico

Dicevano gli allora abitanti di Konigsberg (oggi Kaliningrad) che il loro compaesano Immanuel Kant, uno dei filosofi più importanti della storia, fosse un uomo particolarmente attento alla puntualità, tanto che nel corso del tempo era diventata una sorta di fissazione. Il suo servo era obbligato a svegliarlo alle cinque di mattina, dato che alle sette doveva per forza uscire di casa per andare in città. Tornava alle 11:45 per pranzare sempre alle 12:15 con tre altre persone da lui scelte. Alle 14:30 "cacciava" gli ospiti per intraprendere la sua solita passeggiata pomeridiana, dalla quale rientrava alle 15:54. Dalle 16:27 alle 18:36 si ritirava nel suo studio per scrivere o anche per riflettere, aspettando fino alle venti per cenare. Alle 21:03 tutto era terminato, e Kant andava quindi in giardino a pensare. Alle 9:45 il filosofo si cambiava per andare a dormire, e dodici minuti più tardi i servi gli chiudevano tutte le finestre per assicurarsi che nella camera del loro padrone non entrasse luce. 4 minuti più tardi Kant russava già. 

Un'arena per il palcoscenico internazionale

Impianto funzionale da 35000 posti, l'Arena Baltika è uno stadio costruito sull'isola Oktyabrsky, situata nel cuore della città.In vista dei Mondiali ospiterà 4 partite, nell'ordine: Croazia-Nigeria (girone D), Serbia-Svizzera (girone E), Spagna-Marocco (girone B) ed infine il big match Inghilterra-Belgio (girone G). Dopo Russia 2018, l'arena sarà la casa del Baltika Kaliningrad, la squadra locale, e sarà circondata da spazi verdi e viali. 

Una squadra pressoché sconosciuta

Dallo stadio alla squadra, perché Kaliningrad ha anche un suo club, che sfortunatamente per il turismo cittadino non è mai salito alla ribalta nel panorama calcistico nazionale. Il team, infatti, attualmente milita nella Pervij divizion, la Serie B del sistema calcistico russo. Il massimo risultato di tutta la sua storia è un settimo posto in massima divisione nell'anno 1996, mentre nel 1998 il club ha partecipato alla Coppa Intertoto venendo eliminata al terzo turno e poi retrocedendo a fine stagione. Il palmarès è più che povero, dato che gli unici titoli messi in bacheca dalla società sono tre primi posti in Vtoroj divizion (1992, 2002, 2005), l'ultimo tassello del calcio professionistico russo, prima di passare al livello amatoriale. 

Kaliningrad è anche una città sfruttata a fini geopolitici. Putin infatti, ha voluto che uno stadio fosse costruito qui per dare lustro e importanza anche un'area che nonostante non sia in Russia, deve comunque avere la stessa importanza della madrepatria. Lo stadio, non a caso è stato costruito su un'isola rimasta per molto tempo incontaminata, ora urbanizzata e pronta a diventare il centro nevralgico della vita cittadina per il prossimo mese. 

Perché in Russia, il calcio in sé è poco o niente. Se però viene unito alla politica, e specialmente a quella che vige attualmente nel Paese, ecco allora che lo scenario cambia parecchio, migliorando di molto. Perché il football si sa, è un mezzo di propaganda eccezionale. Quale migliore strumento per mettere in risalto una nazione sulla scena internazionale, se non un pallone rotondo, inseguito da 22 uomini su un rettangolo verde?

Fonte: l'autore Marco Ghilotti

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.