Verso la nuova Serie A: l’inizio di un nuovo splendore?

Tra poche ora si scenderà in campo per disputare la prima partita di una Serie A di nome e di fatto

di Mattia Cinelli
Mattia Cinelli
(3 articoli pubblicati)
Nuovo logo Serie A

La Serie A è ormai alle porte anche se il mercato è ancora aperto, cosa da non poco conto, visti gli ultimi acquisti. Questa sessione estiva del calciomercato ha rivoluzionato diverse squadre e cambiato alcune gerarchie del nostro campionato, ma non in cima, in quanto la Juve rimane nettamente la favorita. Infatti, la Vecchia Signora, nonostante le enormi difficoltà a vendere diversi esuberi (Matuidi, Mandzukic, Perin su tutti), ha portato a termine diversi buoni acquisti come Ramsey e Rabiot a 0 (escluse commissioni) e soprattutto De Ligt, il difensore più promettente a livello europeo. L’acquisto più significativo però c’è stato in panchina, con il passaggio da Allegri a Sarri e la differente filosofia di gioco tra i due allenatori. Proprio questa rivoluzione riduce però il gap con altre due squadre: il Napoli e l’Inter; la società partenopea ha fatto pochi acquisti ma mirati, nessuna grande cessione, e punta sulla coesione del gruppo e sul mister Ancelotti, mentre la squadra del Biscione ha portato a termine ottimi acquisti come Lukaku e Barella, e altri meno appariscenti ma comunque funzionali al gruppo.

Il vero grande acquisto dell’Inter è stato Antonio Conte, che ha dato quel tocco in più alla squadra nerazzurra, avvicinandola sensibilmente alla Juventus. Dietro questo trio troviamo per la lotta Champions Lazio, Milan, Roma e Atalanta (anche se la squadra orobica, un gradino più sotto, causa l’impegno continentale). Le due romane hanno fatto un mercato opposto, infatti la Lazio ha fatto pochi acquisti, anche se pur sempre funzionali al progetto, e ha tenuto tutti i suoi Big in rosa, mentre la Roma ha comprato molto e venduto molto (oltre che cambiato allenatore). Anche il Milan ha cambiato allenatore passando da Gattuso a Giampaolo, orientando il mercato verso la filosofia e il modulo dell’allenatore ex Samp. L’Atalanta invece ha acquistato solo qualche riserva in più, seppur di qualità, per allungare la rosa in vista della Champions. Nella lotta per l’Europa League troviamo Torino, Cagliari, Fiorentina e Sampdoria. La squadra granata è identica a quella della stagione 2018-19, la Samp ha fatto pochi acquisti, sopperiti da un allenatore di grande caratura: Di Francesco; invece, a Cagliari e a Firenze ci sono state delle vere e proprie rivoluzioni: la squadra sarda ha confermato tutti i big, a parte Barella, e ne ha comprati altri come Nainggolan e Nandez, oltre a scommesse come Rog e Luca Pellegrini.

La Fiorentina ha fatto diversi acquisti interessanti come Boateng, Lirola e Pulgar, ha trattenuto Chiesa e ha acquistato come ciliegina sulla torta Franck Ribèry, candidandosi ad aspirare (almeno) ad un posto in Europa. Sotto queste squadre rientrano quelle papabili per una salvezza tranquilla come Bologna, Parma, Genoa, Brescia e Sassuolo. Le prime due e la squadra neroverde hanno mantenuto la rosa della stagione precedente con qualche acquisto interessante (Skov Olsen, Denswil, Hernani, Karamoh, Caputo, Traorè), mentre il Brescia ha fatto un mercato di tutto rispetto per una neopromossa, con il colpaccio Balotelli affiancato da altri acquisti importanti quali Joronen e Magnani. Il Genoa, invece, ha confermato i suoi pilastri affiancati da ottimi acquisti come Schone, Saponara e Pinamonti. L’ultimo gruppo comprende quelle squadre a rischio per la permanenza nella massima serie e troviamo SPAL, Udinese, Hellas Verona e Lecce. La SPAL ha venduto il suo pezzo pregiato Lazzari e il mercato in entrata è stato confusionario, mentre l’Udinese ha l’unico merito di aver trattenuto De Paul (almeno fino ad oggi); per finire, il mercato di Hellas e Lecce è stato molto corposo, ma con pochi elementi che possono fare la differenza in Serie A. Comunque vada a finire questo campionato sarà uno dei più belli dell’ultimo decennio grazie all'arrivo di tanti campioni che ne hanno alzato il livello riportando parzialmente il campionato italiano ai vecchi fasti.

Conte nuovo allenatore dellInter
Fonte: l'autore Mattia Cinelli

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.