Uno che ha vinto la Premier col Leicester vale più del Gasp!

Bentornato Sir Claudio Ranieri, la Sampdoria ritrova un allenatore come si deve

di Luca Sala
Luca Sala
(165 articoli pubblicati)
davToto

Il mio titolo la dice lunga su come io intenda il calcio ,la scuola invece la lascio ai Percassi o a chi ritiene di non averne fatta abbastanza.

Crescere  attraverso l'esperienza e il confronto è legittimo, ci mancherebbe altro, nello sport come nella vita, ma alla fine continuo ad invidiare i tifosi del Verona o della Sampdoria per i loro fantastici scudetti, così come darei l'anima in cambio della Coppa Italia conquistata dal Lanerossi Vicenza con Guidolin in panchina  .

Curioso che Francesco Guidolin come Marcello Lippi siano stati licenziati proprio dall'attuale presidente dei miracoli ,mi viene come minimo da pensare che forse confermandone almeno uno avremmo vissuto prima l'ebbrezza del nuovo corso di Gasperini .

Negli anni ho dovuto sorbirmi sempre lo stesso refrain a Bergamo ,ma non solo lì: "Dove sono andate a finire quelle squadre dopo le loro vittorie,  sono scomparse o peggio fallite, ecco cosa succede a fare il passo più lungo della gamba".

Intanto sono finite nell'albo d'oro delle rispettive manifestazioni, che non è poi così male , riuscendo a farsi ricordare per sempre . Sempre meglio che struggersi all'infinito per partite fallite sul più bello come accaduto per la semifinale Atalanta-Malines o le ripetute sconfitte della Dea in ben 3 finali di Coppa Italia, per me un vero trauma l'ultima vissuta come spettatore pagante e impotente all'Olimpico contro la Lazio proprio quest'anno, da cui non mi sono ancora ripreso.

L'arrivo odierno alla Sampdoria di Claudio Ranieri serve proprio a rinfrancarmi pensando che la sua magica impresa in quel di Leicester abbia rappresentato quanto di più bello possa vivere ogni tifoso di calcio .

Miracolo o no quello che ha fatto il bravo ed equilibrato tecnico di Testaccio si può benissimo replicare, magari proprio dall'Atalanta, perché va bene tutto ma la bravura e il valore di squadra, tecnico e presidente si misurano  alla fine con i trofei.

La  nuova strada  intrapresa con un tecnico necessariamente non bergamasco  come  Giampiero Gasperini  finalmente  è quella giusta , i tifosi lo sanno ma bisogna vincere per dimostrarlo e capirlo  una volta per tutte.

Siccome la Champions è l'Università e la Serie A agli attuali livelli il dottorato post laurea la Proprietà orobica dovrebbe imparare a memoria la frase di Giampiero Boniperti:"Vincere è l'unica cosa che conta" per superare l'esame.

Fonte: l'autore Luca Sala

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. SportsMan - 3 settimane

    Super riconoscimento al decano degli allenatori italiani esempio di buon senso e sagacia , merce rara nei troppi mister allo sbaraglio che siedono sulle panchine piu’ o meno importanti nel nostro massimo campionato.Per l’ottimo allievo giampiero Gasperini, modulo a parte, un maestro da seguire per imparare come si vinca qualcosa prima o poi in carriera, in fondo non e’ mai troppo tardi.

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.