United fuori dalla Champions: è iniziato il declino di Mourinho?

Davvero il tecnico portoghese sta finendo il suo periodo d'oro? I numeri sono impietosi, però....

di Pietro Saccone
Pietro Saccone
(185 articoli pubblicati)
Manchester United v Southampton - Premie

L'eliminazione del ManchesterUnited agli ottavi di Champions, unita al distacco abissale che separa i Red Devils dal City, fa sorgere il dubbio: Josè Mourinho si sta avviando verso il viale del tramonto? E' vero che alcune stelle bruciano talmente forte da rischiare di esaurirsi più in fretta ma un'attenta riflessione ci fa propendere per dire che no, lo Special One non è ancora indirizzato verso la fine di una brillante e strepitosa carriera.

Il Vate di Setubal è stato il primo, nel post gara, a chiarire che il Siviglia ha meritato di superare il turno e che per lo United si prosegue. Ad essere obbiettivi, nonostante i rossi di Manchester fossero indicati come favoriti, nell'ultimo lustro il Siviglia ha ottenuto esperienze più importanti in Europa acquisendo una certa caratura in campo  internazionale.

Moyes e Van Gaal, successori di Ferguson e predecessori di Mourinho, sono i tecnici degli anni difficili del Manchester United, con un declino sia in patria che in Europa. Con Mourinho, lo United è tornato a vincere anche in Europa, con l'Europa League conquistata al termine della scorsa stagione.

La squadra allenata dal portoghese, nonostante il budget importante a disposizione, è ancora lontana in termini di qualità rispetto ai cugini guidati da Pep Guardiola e, nonostante il lavoro per riproporre lo United ai livelli che gli competono sia ancora lungo, viaggia comunque in seconda posizione dopo aver battuto il Liverpool nell'ultimo turno di Premier. Se il tuo nome è Manchester United diventa normale dover convivere con attese e pressioni enormi ma la strada per tornare Red Devils anche di fatto sembra giusto, anche grazie alla gestione di Mou.

Sempre provocatorio, nervoso e scontroso, il portoghese è sicuro di poter riportare ai fasti di un tempo la squadra e l'illimitata fiducia dello Special One può diventare il vero surplus per i diavoli rossi: in fin dei conti, Mou è solo al secondo anno al timone del Manchester. Servirà un restyling di qualità alla rosa, senza investire male i tanti denari a disposizione (ad esempio, Sanchez è stato davvero il colpo giusto a gennaio?) ed un lavoro sulla personalità degli uomini, ma il terzo anno di Mou potrebbe portare più in alto i Red Devils.

Se dovessimo scommettere, più che puntare su un Mourinho in declino penseremmo ad un portoghese che, un pò invecchiato rispetto ai tempi dell'Inter, sta già studiando la sua prossima mossa vincente per tornare ad alzare trofei.

Fonte: l'autore Pietro Saccone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.