Una parola sui cori di discriminazione territoriale

Esaminiamo cosa succede a volte negli stadi italiani e diciamo basta per sempre

di Mario giovanni Cardamone
Mario giovanni Cardamone
(200 articoli pubblicati)
Curva del Napoli

I cori di discriminazione territoriale sono esplosi come fenomeno sociale all'incirca da pochi anni. Prima erano semplici sfottò fra tifosi avversari, oggi invece sono causa di chiusure di interi settori dello stadio che li fa. Ma chi sono i tirati in ballo da queste amare realtà curvarole e non ebbene sono i famigerati napoletani peste di ogni stadio e dileggiati la maggior parte delle volte. Ma finiamola di fare questi cori beceri, noi tutti siamo italiani e dobbiamo essere fieri di esserlo. Con questi cori invece ci dimostriamo fazioni divisi e si crea scompiglio e risse da stadio, non ultimo morte del tifoso del Varese.

A che serve gridare non siamo napoletani oppure Vesuvio lavali con il tuo fuoco se ci pensiamo a nulla, solo a fomentare odio gratuito. Poi quegli stessi tifosi che inneggiano tali cori vanno a Napoli a vedere la storica via dei Presepi a San Gregorio Armeno e apprezzano la bellezza di questa città che ha mille risorse ed è sempre ospitale. La guerriglia frutto di questi cori  non porta a niente e se ci pensiamo porta ai morti nei nostri stadi e alle barricate e alla maleducazione.

Quindi cori azzerati e cervello cari tifosi , si a cori di scherno nel limite ammesso ma se si prevarica pensateci state sbagliando di grosso. Altra cosa il tifoso che paga il suo posto non deve essere costretto ad alzarsi perché insultato dal suo vicino e gli steward fanno finta di non vedere, questo oltre il tema centrale dei cori di discriminazione territoriale. Beh speriamo che i nostri tifosi capiscano che queste messinscene avvelenano solo il nostro calcio e non fanno bene a nessuno. Ci vuole una nuova rinascita in tutto per portare tutto nell'alveo del tollerabileTifosi presenti e futuri sta a voi aver imparato la lezione e dar luogo ad un tifo sano e perbene  e quindi  fuori dai nostri stadi e per sempre questi brutti e beceri cori che creano e alimentano solo odio su odio e nei casi più gravi morti assurde.

Fonte: l'autore Mario giovanni Cardamone

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.