Un viaggio fra i colori del nostro calcio

L’origine delle maglie delle nostre squadre del cuore

di Marco Fiammetta
Marco Fiammetta
(73 articoli pubblicati)
US Citta di Palermo

Nel calcio, più che negli altri sport, una squadra ed i propri tifosi si identificano nei colori della propria maglia. Anche se nelle ultime stagioni le nostre squadre del cuore hanno iniziato a fare sempre maggiore uso di variopinte casacche alternative, l’associazione rimane indelebile con i colori della prima maglia. Iniziamo questo viaggio fra i colori del nostro calcio.

Il bianconero è uno degli abbinamenti più diffusi fra le divise delle squadre italiane. Due di queste partecipano all’attuale campionato di Serie A: la Juventus e l’Udinese (ed Ascoli, Cesena e Spezia a quello di Serie B). Ma se per i friulani, come nel caso di molte altre squadre, l’ispirazione dei colori è venuta dallo stemma cittadino, l’origine della maglia della Juventus è più articolata e nasconde la prima sorpresa. Nel 1897, le prime casacche della squadra bianconera per eccellenza erano… rosa! Infatti erano state confezionate con il tessuto messo a disposizione da uno dei fondatori, commerciante di biancheria femminile. Un cravattino nero completava la divisa di gioco. Nel 1903 si decise di ordinare delle nuove maglie ad un’azienda di Nottingham. L’idea era quella di giocare in rosso ispirandosi al Nottingham Forest, ma fu fatta un po’ di confusione e a Torino arrivarono le divise della seconda squadra cittadina: quelle bianconere del Notts County. 

Il rosanero dei… bianconeri ci porta al Palermo. Ed è in arrivo la seconda sorpresa: le prime maglie dei rosanero… erano rossoblù! Nel 1900, le prime casacche dell’allora Anglo Panormitan Athletic and Football Club avevano i colori della bandiera britannica e, nell’idea dei fondatori, dovevano rappresentare il sangue ed il mare. Nel 1907, in occasione del cambio di denominazione in Palermo Football Club, si decise di cambiare anche la divisa da gioco. Per omaggiare il barone Vincenzo Florio, produttore di liquori, si scelsero il rosa del rosolio alla cannella ed il nero dell’amaro: il dolce (rosa) della vittoria e l’amaro (nero) della sconfitta. 

Il rossoblù dei… rosanero ci porta all’abbinamento più diffuso nell’attuale Serie A: i colori di Bologna, Cagliari, Crotone e Genoa. Se Cagliari e Crotone decisero, sin da subito, di identificarsi con i colori cittadini, le ispirazioni di Bologna e Genoa furono più internazionali: svizzere per i bolognesi ed inglesi per i genoani. Uno dei fondatori del Bologna, infatti, si presentava ai primi allenamenti con la maglia rossoblù del collegio svizzero Wiget di Rorschach (per altre fonti: Schonberg di Rossbach). Quando, nel 1909, arrivò il momento di ordinare le prime divise da gioco, non ci furono dubbi sui colori che avrebbero dovuto avere.  

Il Genoa Cricket and Athletic Club, inizialmente, non si occupava di calcio. Nel 1893, con la creazione della squadra di calcio, divenne Genoa Cricket and Football Club. Il colore delle prime casacche era il bianco già usato dalla squadra di cricket. L’influenza britannica si manifestò anche al momento dell’acquisto delle prime maglie: si scelse il biancoazzurro della divisa dello Sheffield Wednesday. Nel 1901, in occasione della morte della regina Vittoria, i soci decisero di adottare i colori della bandiera britannica. 

Concludiamo questo primo viaggio fra i colori delle nostre squadre del cuore in una delle città simbolo del nostro calcio: Milano. Rosso come il fuoco, nero come la paura da incutere agli avversari: questi i motivi che, nel 1899, portarono alla scelta dei colori della maglia del Milan (che, successivamente, avrebbe ispirato anche quella del Foggia). Quando, nel 1908, alcuni soci del Milan decisero di creare una nuova squadra, l’Internazionale, i colori della maglia vennero decisi da… una matita rossoblù. Il rosso venne sostituito con il colore "opposto": la maglia dell'Inter avrebbe avuto i colori della notte. 

Dello stesso autore: profumo d’Europa per la Juventus Womenhttp://gazzettafannews.it/calc...

Fonte: l'autore Marco Fiammetta

DI' LA TUA

1
1 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

  1. fiammmarco - 2 anni

    Se ti è piaciuto l’articolo, puoi leggere la seconda parte qui: http://gazzettafannews.it/calcio/un-nuovo-viaggio-fra-colori-del-nostro-calcio/

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.