Un Portogallo senza CR7 basta contro l’Italia

Ad un passo dalla Serie B europea sarebbe il collasso del calcio italiano

di Piero Tansini
Piero Tansini
(248 articoli pubblicati)
Un duro lavoro per Roberto Mancini

Ieri 10 settembre 2018 come tanti ho guardato in televisione la telecronaca della seconda partita della Nations League in cui era impegnata la nostra Nazionale a Lisbona contro il Portogallo. Io che non sono un tecnico del calcio non comprendo come mai in un torneo europeo si facciano ancora esperimenti che potrebbero essere fatti in amichevoli dove non c'è nulla da perdere.

Sinceramente mi annoiavo e non comprendo chi dice che vedere una partita di baseball è soporifero. La partita di ieri era peggio dato che non ho visto da parte nostra azioni da adrenalina pura tranne le parate di Donnarumma che ieri era , fortunatamente , in buona giornata. Chi tentava di fare qualcosa in attacco era Zaza ma in difesa qualcuno deve ricredersi dopo il goal del vantaggio portoghese di Andrè Silva e altre palle goal fortunatamente parate dal Portierone che ha sostituito Gigi Buffon.

Alla fine è arrivata una sconfitta e un solo punto nel girone guadagnato col pareggio contro la Polonia che incontreremo ad ottobre e se perdiamo o pareggiamo rischiamo la retrocessione nella serie B Europea per Nazionali che darebbe uno scossone in negativo al movimento calcistico italiano troppo esterofilo. Ora però diamo spazio alle riflessioni da tifosi.

Segnare un goal non è semplice ma vedere anche aperte autostrade in difesa fa male alla fiele del tifoso che vorrebbe vedere più verve da parte degli attaccanti ma anche da parte di chi fa gli assist. Vicino alla porta c'era Zaza ma i difensori avversari lo bloccavano e se si partiva in contropiede non si era abbastanza veloci e audaci da sorprenderli. 

Quale esperimento porterà ad ottobre? Io spero nessuno e che il gruppo si amalgami tanto da giocare una partita da Italia e non da squadretta di paese dove magari ci sono giovani talenti che non possono emergere perché nel calcio che conta Italiano c'è posto solo per stranieri strapagati che magari tardano a fare goals. Non me ne voglia Cristiano Ronaldo ma invece di postare immagini sui social su uno yacht o vicino ad un costoso SUV vorrei da Juventino vedere una sua immagine mentre segna un goal con la maglia della Juventus con la quale peraltro sta lavorando sodo.

Ora anche Roberto Mancini sa che per riportare in alto la Nazionale dovrà lavorare sodo anche per compensare gli errori di chi lo ha preceduto ma anche i club italiani dovranno fare la loro dando maggior minutaggio di gioco ai giovani giocatori italiani e farli crescere a fianco dei Campioni anche se di nazionalità diversa.

Fonte: l'autore Piero Tansini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.