Un milanista con la voglia di abbonarsi alla Juve: benvento Ronaldo!

Il mio amore per il gioco più bello del mondo, descritto nel benvenuto a CR7

di Giuseppe Di girolamo
Giuseppe Di girolamo
(16 articoli pubblicati)
Real Madrid v Deportivo Alaves - La Liga

Un milanista con l’abbonamento alla Juventus, si è mai visto?

Doveva essere un pegno, il pagamento di una scommessa, che provocatoriamente lanciai a un amico tifoso della Juve, quando consideravo irrealizzabile il suo sogno di vedere Ronaldo in bianconero.

“Se acquistate Ronaldo il prossimo anno faccio l’abbonamento alla Juve”.

Piano piano, con il passare dei giorni, annusando l’aria che tirava, si sentiva sempre più odore di CR7 dalle parti di Torino.

Sarà perché noi milanisti , ancora prima di cominciare, sappiamo di essere fuori dai giochi che contano, ma mi sono improvvisamente trovato, sotto sotto, a sperare che Ronaldo arrivasse nel nostro campionato.

Perché l’ultima volta che un campione è arrivato in Italia facendo tanto baccano, è stato ai tempi dell’altro Ronaldo, Luis Nazario da Lima, ovvero “il fenomeno”.

Sono passati così tanti anni, ero un ragazzo, adesso sono un uomo; lui è un altro Ronaldo, e non è destinato a vestire rossonero, così come non lo era “Ronnie”, almeno quello prima maniera.

Adesso che è arrivata l’ufficialità, sarà che sto cominciando a invecchiare, o sarà che amo così tanto questo gioco che posso tranquillamente dire di non aver odiato mai nessun avversario, mi sento un po’ partecipe della gioia che investe in queste ore i tifosi della vecchia signora.

Avere CR7 riporta il nostro campionato dove deve stare, al centro dell’attenzione del mondo.

Ma poi, ci pensate ogni domenica, che attesa, su tutti i campi, per vederlo giocare?

Ok, se analizziamo tutto per filo e per segno, stiamo parlando di un giocatore di trentatré anni, per quanto integro è sicuramente a fine carriera, ma signori, vedere così da vicino l’ultimi lampi di classe, gli ultimi i barlumi di genio di un dei pochi veri “Dei “del calcio, figlio di Dio padre Eupalla, è un piacere che non possiamo annegare nell'astio, non può soffocare tra i cuscini del tifo ottuso e del campanile, un privilegio che non può esser destinato solo a chi tifa Juventus.

E’ inutile rosicare, questo non è proprio il momento, sui campi nostrani si scriveranno versi in portoghese che il pallone tradurrà per noi nell’unica lingua universale che si impara per le strade, nei campetti degli oratori di tutto il mondo, che ogni papà spera spera di trasmettere ai propri figli nel dialetto locale: quella lingua è il calcio.

Gustiamocelo, come fosse un vino pregiato, sorseggiamo lo spettacolo che questo ragazzo ci offrirà, e non facciamo troppo caso ai colori della maglia, che lo so, non sono tanto simpatici.

Fiotti di genio, un tocco di palla sublime, delicato come una carezza, tagliente come una lama, trasformeranno i gol in eventi dal vivo, come un concerto, una pièce teatrale.

Le pose plastiche prima di una punizione diventeranno sculture, le acrobazia saranno un tocco di pennello colorata, nei pomeriggi scoloriti dei nostri stadi d’inverno.

Lo so che sarà difficile amarlo, quando con tutta probabilità trafiggerà la porta della nostra squadra del cuore, ma consoliamoci, sarà solo per due volte all’anno.

Nell’arena nazionale è arrivato il gladiatore, poeta e guerriero, come lo preferite, tanto sono due facce della stessa medaglia.

Il pallone è l’arma che brandisce, a lui non serve altro.

Sedetevi ed aspettate, cadranno le teste, si alzeranno le grida, pioveranno gli applausi, 

E a noi, che osserveremo anche i nostri colori soccombere, non resta che onorare il nuovo imperatore: "Ave Cesare, morituri te salutant!

Fonte: l'autore Giuseppe Di girolamo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.