UEFA Nations League: Luis Enrique inizia bene il nuovo ciclo spagnolo

A Wembley, le Furie Rosse prima vanno sotto, contro l'Inghilterra, poi rimontano. Svizzera travolgente, ma la sorpresa di giornata viene da Lussemburgo

di Antonio Salvati
Antonio Salvati
(78 articoli pubblicati)
il Trofeo della Nation League

Terza e ultima giornata per quanto concerne il primo turno di gare di Nations League. Entriamo nel dettaglio per capire come sono andate le cose.

LEAGUE A - Nel Gruppo 2, esordio, a dir poco traumatico, per l'Islanda che subisce ben sei reti a San Gallo, in casa della Svizzera. Inutili altri commenti per un 6:0 che lascia già capire tutto: una sola squadra in campo, anche se nel primo tempo gli isolani sono riusciti a reggere l'onda d'urto elvetica, andando al riposo con lo svantaggio di 0:2. Zuber (13') e Zakaria (23') spianano la strada ai rosso-crociati prima del crollo islandese, asfaltati con altri quattro gol. Shaqiri (53'), Seferovic (67'), Ajeti (71') e Mehmedi (82') gli altri marcatori della festa del gol svizzera.

Il big-match di League A era di scena a Wembley, dove è andato in atto un classico del calcio europeo. Inghilterra e Spagna si sono affrontate in una gara dal primo tempo assai spettacolare, durante il quale la Spagna ha costruito la rimonta che ha portato al successo (e all'esordio vincente in gare ufficiali di Luis Enrique) per 2:1 in terra d'Albione. Immediato botta e risposta, con il vantaggio inglese di Rashford (11') e pareggio firmato Saul (13'). Ci ha pensato poi Rodrigo (32') a mettere a segno il gol dell'importantissima vittoria iberica.

LEAGUE B - Nel Gruppo 3, successo esterno della Bosnia, corsara a Belfast, contro l'Irlanda del Nord. A Windsor Park termina 2:1 per i balcanici, con una rete per tempo; a secco gli "italiani" Pjanic e Dzeko, ci hanno pensato Duljevic (36') e Saric (64') a mettere al sicuro il punteggio. Il gol della bandiera dei padroni di casa, solo a tempo ormai scaduto, di Grigg (92').

LEAGUE C - Nel Gruppo 2, due partite e  due vittorie di misura, entrambe per 1:0: la Finlandia, s'impone in casa, a Tampere, contro l'Ungheria, con gol il gol vittoria di Pukki (7'), mentre nell'altra gara, la Grecia passa a Tallinn, contro l'Estonia con il gol di Fortounis (14').

LEAGUE D - Nel Gruppo 2, al contrario, due partite e due goleade interne. Prevedibile quella della Bielorussia, contro San Marino. A Minsk finisce con un perentorio 5:0, con reti di Stasevich (4'), doppietta di Dragun (26', 87'), un rigore di Saroka (67') e Kovalev (90'). Meno prevedibile quella di Lussemburgo ai danni della Moldavia. Finisce addirittura 4:0 per i locali (se non è la vittoria con maggior scarto nella storia del piccolo principato, siamo davvero vicinissimi): Malget apre le danze (34'), poi Thill (60'), Sinani (75') ed infine Martins Pereira (83') fissano il risultato più sorprendente della giornata.

Fonte: l'autore Antonio Salvati

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.