Tripletta di Veretout, Simy come Cr7: che turno di Serie A!

Mercoledì di fuoco tra goal, rimonte e risultati inaspettati. Dalla lotta scudetto fino alla bagarre per la corsa salvezza, ecco la situazione in Serie A

di Giulio Zampini
Giulio Zampini
(37 articoli pubblicati)
La festa di Napoli (Tonelli e Callejon), Roma (Under) e Crotone (Simy)

Tripletta di Veretout. Simy che segna in rovesciata e ferma la Juventus sull'1-1. Sette goal in una partita. No, non è fantacalcio, è il turno infrasettimanale di Serie A, che comprende la 33° giornata. Il racconto.

ZONA SCUDETTO Vince il Napoli in casa contro un bell'Udinese, passato in vantaggio per ben due volte con Jankto (poi 1-1 di Insigne) e Ingelsson. Nel secondo tempo è venuta fuori la qualità dei ragazzi di Sarri, che con le reti in successione di Albiol, Milik e Tonelli, hanno permesso ai campani di chiudere i conti sul 4-2

A differenza del Napoli, pareggia la Juventus a Crotone per 1-1. I bianconeri, passati in vantaggio con la spizzata di testa di Alex Sandro (Assist di? Ovviamente Douglas Costa. Clicca qui per leggere l'analisi sul brasiliano), sono stati recuperati dai calabresi dalla splendida prodezza in rovesciata di Simy, che sembra quasi voler imitare il Cristiano Ronaldo di due settimane prima.

ZONA EUROPA Nella rincorsa alle coppe europee vincono tutte, o quasi. Vince l'Atalanta in trasferta che, seppur contro il Benevento fanalino di coda, trasmette note positive per Gasperini. Stiamo parlando del ritorno nel tabellino marcatori del Papu Gomez, autore di due dei tre goal segnati dai bergamaschi (il giovane Barrow l'altro marcatore).

Vince in scioltezza la Roma, impegnata in casa contro il Genoa. Che non inganni il risultato (soltanto 2-1), perchè i giallorossi hanno dominato in lungo e in largo sin dal primo minuto. Under ha aperto le marcature in casa Roma; l'autogoal di Zukanovic ad inizio ripresa ha incanalato la partita verso i titoli di coda, anche al 65' il Genoa ha provato ad accorciare con il goal, rivelatosi poi inutile, di Lapadula.

L'altra squadra della capitale, la Lazio, ha fatto ferro e fuoco allo Stadio Artemio Franchi di Firenze, in un match condizionato da continui ribaltamenti di fronte. Sette  goal, due espulsioni (Sportiello e Murgia), 3-4 il risultato finale: più che Serie A sembrava la Liga spagnola. Primo tempo concluso già sul 2-2: doppietta di Veretout (uno su rigore) per i viola; Luis Alberto e Caceres allo scadere per i biancocelesti. Nella ripresa Veretout, sempre lui, ha illuso la squadra di Pioli di poter agganciare l'Atalanta al 7° posto (che ora dista 1 solo punto: 51 a 52): le reti di Felipe Anderson e, nuovamente, Luis Alberto, hanno siglato il definitivo 4-3 della squadra di Inzaghi, che tiene alle spalle l'Inter con un vantaggio di un solo punto (64 la Lazio, 63 l'Inter che ha vinto 4-0 nell'anticipo di martedì in casa col Cagliari).

Torino-Milan finisce 1-1. Allo stadio olimpico i rossoneri passano in vantaggio a 10 minuti dal fischio d'inizio grazie a Bonaventura. La tenacia e la forza, due armi che incarnano la filosofia granata, consentono al Torino di riacciufare il match al 70' con il goal di De Silvestri, poi espulso al 93' per doppio giallo (il primo al 25' del primo tempo). Walter Mazzarri, a metà tra il soddisfatto e l'arrabbiato, rimane, come il suo umore di serata, nel limbo della classifica. Il Torino ora si trova in decima posizione con 47 punti, a -6 dal primo posto utile per l'Europa League, occupato proprio dal Milan.

La Sampdoria, con non poca difficoltà, riesce a battere il Bologna e rimanere in sella alla corsa europea. I blucerchiati, trascinati dal goal al 93' di Duvan Zapata, restano ottavi a con 51 punti, a -3 dal Milan sesto. Tra blucerchiati e rossoneri staziona l'Atalanta, con un solo punto di vantaggio rispetto ai ragazzi di Giampaolo.

ZONA SALVEZZA Spal-Chievo e Hellas Verona-Sassuolo abbassano la media di goal in questa giornata. Il primo match, concluso 0-0, rimanda la questione salvezza alle prossime giornate. Difatti, Spal e Chievo rimangono rispettivamente in 17° e 18° posizione, con 29 e 31 punti. 

A Verona, il goal di Lemos consente a Iachini, quasi in uno scontro diretto, di staccarsi dalla bagarre della corsa salvezza, vincendo per 0-1 e mandando gli scaligeri in penultima posizione con 25 punti.

Che turno infrasettimanale!

Fonte: l'autore Giulio Zampini

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.