Top & Flop: i migliori e i peggiori per ogni squadra di Serie A (Pt.8)

Analizziamo i giocatori delle 20 squadre del campionato 17/18, scegliendo chi ha impressionato e chi invece non si è dimostrato all'altezza.

di Giacomo Lisi
Giacomo Lisi
(14 articoli pubblicati)
Serie A

TORINO:

TOP:

Nicolas N'Koulou: Arrivato dal Lione, prende subito il comando della linea difensiva granata e sbaglia poco o nulla nell'arco della stagione. Sarà sicuramente confermato se il Torino vorrà ambire a una piazza europea. STATUARIO

Adem Ljajić: Con l'arrivo in panchina di Mazzarri passa un periodo tra panchina e tribuna, poi però si riprende la giusta titolarità e trascina i suoi con prestazioni da talento puro. Piedino fatato e dribbling da alta scuola. PECCATO PER LA TESTA

Iago Falque: A livello di rendimento, la miglior stagione da quando è in Italia. Con un  Belotti in difficoltà, è lui il bomber granata con 12 reti all'attivo. Giocatore con la G maiuscola. CRACK

FLOP:

Andrea Belotti: La scorsa stagione Toro scatenato, quest'anno Toro seduto. Raggiunge la doppia cifra solo all'penultima giornata di campionato. La sensazione è che l'infortunio abbia pesato così come l'eliminazione nei play-off con la Svezia. La fame comunque c'è sempre. IL GALLO TORNERÀ A CANTARE

UDINESE:

TOP:

Kevin Lasagna: 12esimo uomo? Macchè. Il centravanti italiano è un bomber fatto e finito che merita un'occasione. Glaciale sotto porta, corre per 4 e è l'unico veramente continuo in  casa friulana. CALDO

Antonín Barák: Comincia alla grande, segnando con continuità. Poi una fase centrale tra alti e bassifinendo in crescendo. La sensazione è che le qualità e la fisicità ci siano, c'è da lavorare sulla tenuta psicologia. Parliamo comunque di un'altra scoperta della fucina Pozzo. INTRIGANTE

FLOP:

Samir: Quest'estate si era parlato di un forte interesse dell'Inter per il difensore brasiliano. Per fortuna dei nerazzurri le trattative non si sono concretizzate. Impacciato in difesa, fisicamente imbarazzante. Parente lontano del  buon difensore della stagione scorsa. IRRICONOSCIBILE

Stipe Perica: Doveva essere il suo anno. Chiude con 22 presenze e un solo gol all'attivo. Attaccante promettente che quest'anno non ha tenuto fede alle aspettative tanto che gli è quasi sempre stato preferito Maxi Lopez, non certo un fulmine di guerra. OCCASIONE PERSA

VERONA:

TOP:

Rômulo: Giocatore da ben altri palcoscenici. Corre, lotta e inventa. Nessuno però raccoglie i frutti del suo immenso lavoro. Il Verona va di sotto, lui non merita di seguire la squadra in B. PREDICATORE NEL DESERTO

Jagoš Vuković: Arrivato a gennaio, l'esperto difensore serbo fa vedere ottime cose che probabilmente gli varranno la conferma in Serie A, magari in un  club di media classifica. ULTIMO BALUARDO

FLOP:

Bruno Zuculini: In 16 presenze stagionali, 4 gialli e 3 rossi. Penso non sia altro da aggiungere. Per fortuna a gennaio torna in Argentina. SCIAGURA

Samuel Souprayen: Impresentabile per la Serie A. Non indovina una partita che sia una. La domanda è semplice: non c'è davvero di meglio nei vivai delle squadre italiane? Se la risposta è negativa, la situazione del calcio italiano è davvero critica. FOLLIA

Alessio Cerci: Per ripescare il famoso paragone con Robben: di simile all'olandese c'è rimasto solo il piede preferito e poco anche quello: il sinistro. Per il resto il nulla cosmico. IL CALCIO CHE CONTA NON FA PIÙ PER TE

SIETE D’ACCORDO CON QUESTA ANALISI? VOI CHI AVRESTE INSERITO DI DIVERSO? FATEMELO SAPERE CON UN COMMENTO QUI SOTTO.

Fonte: l'autore Giacomo Lisi

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.