Tempo fermo a gioco fermo anche nel calcio

L'utilizzo del VAR accelera lo svecchiamento del calcio, è impensabile infatti "perdere" cinque minuti per un "check-var" e poi alla fine recuperarne tre

di Luigi Tuveri
Luigi Tuveri
(27 articoli pubblicati)
Pioli

Appoggio al 100% la proposta di mister Pioli che, leggendo qua e là, molti addetti ai lavori hanno definito "choc". Di scioccante e fastidioso invece c'è solo il tempo che si brucia per le varie sceneggiate di calciatori sempre più circensi e meno sportivi, per le ridicole ramanzine che gli arbitri fanno ai calciatori prima di un corner (basterebbe applicare il regolamento, se si tirano la maglia si fischia il fallo!), e per ultimo il tempo che gli arbitri devono consumare in caso di "check-var". Credo che Pioli abbia detto una cosa talmente di "buon senso" da risultare così ovvia da mandare in tilt il vecchio mondo del calcio che teme di perdere "consenso", quando ne ha perso già parecchio ma per altri motivi.

Il tempo fermo e la riduzione del tempo di gioco, mezz'ora per tempo mi sembra un'idea giusta, equilibrata, alzerebbe la qualità delle gare. Non ci sarebbe più necessità di fingersi morto per poi rientrare tre secondi dopo correndo come Furia. Meno proteste e più agonismo, più correttezza sportiva, meno protagonismo dell'arbitro così auspicato.

Si potrebbe, ad esempio, fare a meno di usare 350 palloni. Che poi entrano in campo quando non servono e vengono tirati dentro apposta per perdere tempo o se li tengono in raccattapalle se la squadra di casa è in vantaggio.

Non si dovrebbe più attendere la lavagnetta luminosa del quarto uomo che indica il recupero. Ma il tempo sarebbe sancito dalle regole. 

L'introduzione del VAR poi ha dilatato il tempo perso di un bel po'. In una gara dove il check è richiesto più volte, si perdono come minimo tre minuti a ogni controllo e ricordo situazioni in cui a fronte di un controllo di cinque minuti per un rigore da dare o meno, l'arbitro alla fine ha prolungato solo di quattro minuti oltre il 90mo.

Tutto questo, e molto altro ancora, si eliminerebbe fermando il tempo quando il gioco è fermo. E il gioco giocato sarebbe di maggiore qualità. 

Credo che giocare 30+30 effettivi invece che 45+45+recuperi a casaccio non sarebbe un problema.

Nel campionato italiano la media è di 57 minuti effettivi, tutto sommato una media alta ricordando alcune gare di Russia 2018, come ad esempio Francia-Belgio. Dopo il gol della Francia, l'1-0 senza merito segnato da un giocatore mediocre come Umititi al 51mo, dei 39 minuti restanti + recupero se ne giocarono una quindicina. L'atteggiamento dei transalpini, a cui l'arbitro perdonò ogni fastidiosa furberia, impedì di fatto al Belgio di provare a pareggiare.

E' sport questo?

Credo di no. Questo è un qualcosa che di etico, di educativo e di sportivo ha ben poco. La Francia campione del mondo 2018, infarcita di grandissimi campioni, top-player, ha dimostrato al mondo come nel calcio sia possibile vincere senza meritarlo. Peccato. Avremmo potuto vedere grandi cose da campioni come Mbappé, Griezmann e Pogba, e ripensandoci bene, proprio per colpa di un atteggiamento antisportivo, ne abbiamo viste meno della metà di quelle che campioni del genere potrebbero regalare. Del resto Deschamps non è certo un inventore di calcio, tutt'altro.

Le cose più belle le abbiamo viste fare da Hazard, Lukaku e De Bruyne, da Perisic, Modric e Marione Mandzukic.

Direte, ma la Francia ha vinto! E le altre no. Sì, come nel 1974, quando vinse l'Olanda in realtà. Giusto?

Viva mister Pioli e il suo coraggio. C'è da svecchiarlo questo calcio. E il tempo fermo a gioco fermo sarebbe una bella botta di adrenalina. Alimenterebbe un circolo virtuoso.

Forse, come sempre, la paura è per i palinsesti televisivi. A che ora finirà il primo tempo? Mah! E il secondo? Boh.

Tra la tv e l'etica sportiva cosa scegliete?

https://www.gazzetta.it/Calcio...

Fonte: l'autore Luigi Tuveri

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.