Tecnica al potere, troppo bella per essere vera ?

Nel corso del tempo abbiamo visto squadre che in rosa avevano giocatori di qualità, i quali però non sono riusciti a convivere in pieno per varie situazioni

di Luca95 Meringolo
Luca95 Meringolo
(113 articoli pubblicati)
A

La tecnica nel calcio è fondamentale, ma soprattutto a determinare la forza di una squadra è l'equilibrio tattico. Riprendendo il mio vecchio articolo sulle squadre più tecniche a non aver vinto niente riproporrò quei reparti offensivi dai nomi eccellenti che però per varie situazioni legati alla tattica e agli infortuni non sono riusciti a giocare insieme tantissime partite. 

Si parte dall'Inter. La squadra con allora presidente Massimo Moratti, nei primi anni di presidenza ha mostrato di avere giocatori forti e raffinati nel reparto offensivo, ma pochi uomini ombra fondamentali per l'equilibrio tattico. L'Inter 1998/99 che si classifica 8° e cambia 4 volte l'allenatore è una squadra con molte contraddizioni ma può schierare un tridente mostruoso: Baggio, Ronaldo e Zamorano. Insieme non giocheranno tantissime partite (quell'anno il "fenomeno" non è sempre in campo ) ma quando ci sono tutti e 3 contemporaneamente si vede come in Inter Venezia 6-2 e Roma Inter 4-5. 

Passiamo sulla sponda rossonera del naviglio, Siamo all'inizio della stagione 1999/00, il Milan campione d'Italia in carica di Alberto Zaccheroni schiera il suo 343 con Shevchenko, Bierhoff e Weah. I tre si intendono a meraviglia e regalano spettacolo in molte occasioni come nella seconda giornata di campionato nel 3-1 inflitto dai rossoneri ai danni del Perugia di Mazzone. Poi a Gennaio Weah viene ceduto al Chelsea e il tridente spettacolare tutto internazionale non si vedrà più. 

Si passa al Real Madrid dei Galacticos targato 2004/05, una squadra che in molte occasioni schiera 5 giocatori offensivi tra cui 4 palloni d'oro (Figo, Zidane, Owen e Ronaldo) e un grande attaccante come il capitano Raul. Anche qui nessun successo ma sicuramente classe al potere. 

Siamo nella stagione 2007/08, la Juventus è appena tornata da un anno di purgatorio in serie B e Claudio Ranieri schiera nella terza giornata contro la Roma all'Olimpico contemporaneamente Nedved, Del Piero, Trezeguet e Iaquinta (il gol dello 0-1 lo costruisce tutto il tridente bianconero). Nonostante ciò la partita termina sul risultato di 2-2. 

Passiamo nuovamente al Milan, stagione 2008/09, l'ultima di Carlo Ancelotti allenatore e di Paolo Maldini capitano. Il Milan schiera per la prima parte di stagione il tridente formato da Kaà, Ronaldinho e Pato (Il famoso Ka-Pa-Ro) che regala spettacolo ed emozioni (il derby vinto per 1-0 grazie al gol di Ronaldinho di testa su assist di Kakà e anche in Milan Udinese 5-1 dove dietro i 3 brasiliani abbiamo a centrocampo anche Pirlo e Seedorf). Addirittura in questa stagione in una partita terminata sul 2-2 contro la Roma di Spalletti,  Carlo Ancelotti schiera un 4321 dove tra centrocampo e attacco abbiamo insieme nello stesso momento Beckham, Pirlo, Seedorf, Kakà, Ronaldinho e Pato. 

Anche altre squadre hanno mostrato una qualità al potere, il Milan di Leonardo con il 424 (Pirlo, Seedorf, Ronaldinho, Borriello, Pato), l'Inter di Cuper stagione 2002/03 (442 con insieme Recoba, Vieri e Crespo). Poi abbiamo anche la Juventus 2000/01 la quale però non ha mai schierato in campo nello stesso momento Zidane, Del Piero, Inzaghi Trezeguet, situazione analoga per il Barcellona 2007/08 che non ha mai schierato tutti insieme Xavi, Iniesta, Deco, Ronaldinho, Eto'o, Henry, Messi. 

La qualità e la tecnica regalano gioie ed emozioni, ma se non ci sono gli uomini ombra che fanno il "lavoro sporco" dando equilibrio tattico non si vince e queste squadre sono il chiaro esempio che la qualità da sola non basta, però c'è da dirlo, nelle partite viste in diretta oppure nei video su Youtube posso dirlo, che spettacolo vedere anche se solo occasionalmente tutti questi fenomeni in campo nello stesso identico momento. 

Fonte: l'autore Luca95 Meringolo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.