Storie di calcio: Il biennio della Sampdoria 1994-96

Un biennio abbastanza avaro di soddisfazione per i "Doriani" ma una squadra sicuramente ricca di talento e di campioni

di Luca95 Meringolo
Luca95 Meringolo
(111 articoli pubblicati)
A

Secondo articolo in 2 giorni sulla Sampdoria. Questa volta ci si occupa del biennio 1994-96, immediatamente successivo all'ultimo trofeo conquistato dai "Doriani", la Coppa Italia edizione 1993/94. 

Nell'estate 1994 Gullit torna al Milan e Pagliuca si trasferisce all'Inter. Tra gli acquisti di rilievo ci sono Zenga e Ferri provenienti dall'Inter con la quale hanno conquistato la Coppa Uefa nel 1994.  La squadra genovese fallisce subito il primo appuntamento stagione, infatti la Supercoppa Italiana va al Milan ai calci di rigore con la Sampdoria passata in vantaggio grazie ad una punizione di Mihajlovic' e raggiunta proprio dall'ex Ruud Gullit. In campionato la squadra per 2 punti non accede alla Coppa Uefa classificandosi 8° a quota 50 punti. Nel mercato di Novembre in uno scambio con Melli ritorna Gullit dal Milan e l'olandese diventa subito nuovamente titolare e grazie alle sue 9 reti non fa mancare il suo apporto in fase offensiva. Gli uomini di  Eriksson addirittura arrivano in Semifinale di Coppa delle Coppe , dove vengono eliminati dall'Arsenal

Nell'estate del 1995 Gullit va al Chelsea e in rosa vengono acquistati 3 giovani molto promettenti: Dall'Ajax arriva il 19 enne Seedorf (Già all'epoca titolare e con il titolo di Campione d'Europa per club appena conquistato), dal Nantes Karembeu, mentre dopo 2 anni di prestito tra Cremomese e Modena torna alla base il giovane attaccante Enrico Chiesa. 

Il campionato segue sempre la linea del campionato precedente, per soli 2 punti i "Doriani" non si qualificano alla Coppa Uefa, grandissimo protagonista di quella stagione è Chiesa che addirittura con 22 reti in campionato è il vice- capocannoniere dietro al duo Signori/Protti, entrambi con 24 reti a testa. 

Vi ho parlato dell'andamento altalenante di questa squadra, ma vorrei concludere l'articolo scrivendo alcuni dei giocatori più importanti che hanno fatto parte della squadra genovese in questo biennio: Zenga, Ferri, Vierchowod, Mihajlovic, Platt, Lombardo, Evani, Gullit, Mancini, Pagotto (Considerato all'epoca il portiere italiano più promettente grazie ai successi con l'Under 21 guidata da Cesare Maldini), Seedorf, Karembeu, Chiesa ecc. Un potenziale incredibile che non è riuscito ad esprimersi al meglio, forse anche per colpa di una Serie A che all'epoca era senza dubbio il campionato più bello del mondo. 

Fonte: l'autore Luca95 Meringolo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.