Sport, fitness & lifestyle: alla scoperta di Giammarco Menga

Un fuoriclasse al servizio di Mediaset. Un martedì 'mondiale' a Milano per il giovane Giammarco Menga, sotto il segno del romanticismo. Alla faccia del mercato

di Daniele Bartocci
Daniele Bartocci
(304 articoli pubblicati)
Menga giammarco intervista

La classe non è acqua. La gioventù non ha prezzo. Giammarco Menga non ha limiti. Come un fulmine a ciel sereno in una magica notte milanese. Un martedì 'mondiale' per il giovane inviato Mediaset, sotto il segno del romanticismo. Alla faccia del calciomercato. Lunga cena a lume di candela con tanto di happy-hour nei pressi di zona Montenapoleone. ‘Come nelle favole’ direbbe Vasco Rossi. E’ davvero un Menga in versione top-player quello intercettato in esclusiva al Just Cavalli di Milano, all’indomani della dead-line della Fashion Week milanese. Più carico  che mai, proiettato al domani, con la mission di continuare la sua evoluzione sul grande schermo targato Mediaset.  Non solo in ambito sportivo ma ora anche a Mattino Cinque. “Raccomandato no, predestinato forse - scherza il ventottenne - Non ho segreti se non quello di essere uno sportivo ‘romanticone’, amante della palestra e del ben vestire. Niente alcool, niente fumo, niente droga. La mia routine è più semplice del previsto: sveglia alle 7.30, allenamento in palestra a stomaco vuoto, colazione dopo le 9 con fiocchi di avena integrale aromatizzati al latte, proteine idrolizzate in polvere, gallette di riso, marmellata light e mezzo litro di tè con stevia”. E’ proprio lui l’incubo delle cuoche di Mediaset: “A pranzo mi  cucinano un doppio secondo a base di pollo con verdura e frutta”. 

Per Menga uno stile di vita estremamente sano. Gli sgarri non sono ammessi, nemmeno a Capodanno, trascorso con la propria famiglia in Abruzzo: "Ho l’Abruzzo nel cuore ma sin da piccolo sapevo che un giorno me ne sarei andato. Ad 11 anni conducevo già il Tg Ragazzi Abruzzo: ciò per dire che ho sempre cercato di bruciare le tappe. Il tutto grazie al sostegno morale ed economico della mia famiglia”. Genitori insegnanti di musica, nonno paterno alto dirigente delle Ferrovie dello Stato, nonno materno importante sindacalista. A casa nessuno dei miei ha mai affrontato un percorso giornalistico, sono un po' la pecora fuori dal gregge. La vita è strana ma bella e voglio continuare a regalare alla mia famiglia belle soddisfazioni”. Dolce e affettuoso nel privato, più ‘spregiudicato’ nel lavoro. Come dire, la sua vita privata e professionale non proprio coincidono: “A livello giornalistico credo di poter dire di aver acquisito una sicurezza quasi assoluta, mentre nel privato sono più cauto”.  

Professionalmente parlando, Menga è riuscito in poco tempo a “stregare” Mediaset. Tutto è nato nel 2016, in occasione della pubblicazione del libro Sportivamente D’Annunzio. “Il libro si è rivelato un grosso trampolino di lancio. Ho avuto modo di presentarlo in onda su Sport Mediaset e da lì sono rimasto in contatto con alcune figure. Dopo soli due mesi dalla presentazione  il Pescara è salito in A. Mi sono subito proposto per fare il corrispondente sportivo Mediaset nel centro-sud. Il feedback è stato positivo, mi hanno dato grande fiducia e mi sono perfino ritrovato un giorno a Gerusalemme da inviato, in occasione della Maratona.  La ciliegina sulla torta è stata la partecipazione ai Mondiali2018, come volto della rubrica calciomercato. “Ho seguito trattative importanti, una su tutte Ronaldo alla Juve, e realizzato interviste interessanti come quella alla Stefanenko. L’attrice mi ha impressionato per simpatia e disponibilità, così mi ha colpito la leadership di Zanetti. Con il capitano mi sento spesso, è uno di quelli che stimo di più e anche quest’anno parteciperò con piacere al suo camp a Malta da testimonial”.

Per il futuro il fuoriclasse non ha dubbi: “Guai a porsi limiti. Ho una fame continua e cercherò di incrementare giorno dopo giorno la mia performance giornalistica. Se non avessi fatto questo mestiere? Forse mi sarei accontentato di essere un nutrizionista o personal trainer. Tuttavia non escludo la possibilità di una seconda attività in futuro in questo settore”. Ebbene sì, il gusto dello sport abbinato al piacere del fitness. Il cocktail vincente è servito. Cin Cin Giammarco Menga!  

Menga giammarco intervista
Fonte: l'autore Daniele Bartocci

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.