Socrates, il “dottore” fuoriclasse

Colui che invento'la "Democrazia Corinthiana" arrivo'a Firenze nel 1984 deludendo pero' di molto le attese.

di Massimiliano Cerbai
Massimiliano Cerbai
(25 articoli pubblicati)
Fussball WM 1986 in Mexiko BRA - POL 40

L'estate del 1984, calcisticamente parlando, sarà ricordata sicuramente per l'arrivo a Napoli di Diego Maradona, che i partenopei strapparono dopo un lungo braccio di ferro al Barcellona che non avrebbe voluto cederlo, ma l'insistenza del Pibe de Oro nel voler sbarcare a Napoli, ebbe la meglio.

Nella stessa estate però sbarcò in Italia un altro grande campione prelevato, stavolta in Brasile  dalla Fiorentina dal nome lunghissimo come spesso capita da quelle parti, ovvero : Socrates Brasileiro Sampaio de Souza Vieira de Oliveira, semplicemente conosciuto come Socrates.

Il " Tacco di Dio"  (come venne chiamato in Brasile per quella sua attitudine nel colpire il pallone molto spesso col tacco per smarcare i compagni), nacque il 19 febbraio 1954per due Mondiali fu il capitano della Seleçao (1982-1986), centrocampista dotato di gran classe, in patria si legò particolarmente al Corinthians, poi appunto dall'estate del 1984 alla Fiorentina per una stagione.

In patria si laureò in medicina e politicamente si schierò apertamente a sinistra, amava infatti autodefinirsi uomo di sinistra anticapitalista, infatti anche nel Corinthians sdogano' la "Democrazia Corinthiana"  dove appunto i calciatori per 3 anni, in pratica, si autogestivano coinvolgendo però lo staff tecnico nelle scelte.

Decise di lasciare il suo paese e tentare l'avventura in Italia, anche perché ormai il Brasile,  dopo il periodo buio della dittatura, si stava avviando stabilmente verso la democrazia.

Giunse quindi in Toscana per una cifra vicina ai 6 miliardi, convinto di poter far bene, ma già in ritiro pre-campionato cominciò a manifestare insofferenza verso la fatica suscitando critiche da parte dei compagni, stampa e tifosi.

Firenze disputò 33 partite siglando 9 gol, splendido fu quello segnato all'Atalanta nel 5-0 finale, con un meraviglioso pallonetto da circa 30 metri, ma comunque fu una stagione molto al di sotto delle aspettative e vuoi anche per il suo lauto ingaggio che percepiva, al termine della stagione fu rispedito in patria.

Purtroppo il Dottore aveva il vizio di bere,  e molto,  viveva infatti sulle colline di Firenze (Grassina) e il suo tempo libero lo trascorreva spesso presso la Casa del Popolo del paese a bere birre in quantità industriale e l'opinione pubblica fiorentina, nonostante che fosse piùttosto amato per il suo impegno in favore degli "ultimi",  mormorava sarcasticamente. 

Socrates, amava dire che gli sarebbe piaciuto morire di domenica e col Corinthians laureato campione Carioca, ebbene avvenne esattamente così, infatti spiro' il 4 dicembre 2011  insieme alla vittoria del suo Corinthians in campionato.

Per capire chi era davvero Socrates, basta leggere cosa rispose ad un giornalista che gli pose la seguente domanda: "Chi è l'italiano che stima di più, Mazzola o Rivera?", rispose: "Non li conosco. Sono qui per leggere Gramsci in lingua originale e studiare la storia del movimento operaio".

Fussball WM 1986 in Mexiko
Fonte: l'autore Massimiliano Cerbai

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.