Serie A: diritti tv, doveri dei tifosi

Il calendario spezzettato, partite in svariate fasce orarie, diritti tv sparpagliati, servizi costosi e difficilmente accessibili: ecco la tv del pallone.

di Giuseppe Di girolamo
Giuseppe Di girolamo
(56 articoli pubblicati)
OFCOM Considers The Multi-billion Pound

Pensa a un numero, moltiplicalo per 2, aggiungi 6... Vi ricordate di questo gioco matematico, che ci faceva diventare matti quando indossavamo ancora il grembiulino, alle elementari? Beh, somiglia alla formula utilizzata per la ripartizione dei diritti tv della Serie A di calcio. Pensa a un numero, moltiplicalo per Sky, aggiungi Dazn, sottrai Mediaset Premium. Il risultato è...

Alzi la mano chi ci ha capito qualcosa. A ogni bando, la lotta per i diritti è diventa più agguerrita, si aggiungono nuove piattaforme (per la prima volta, oltre alle solite concorrenti, era previsto anche un bando per la banda larga), si passa per i tribunali, e poi i vari Broadcasting si spartiscono vicendevolmente i diritti che si sono tanto aspramente contesi.

Per fornire il miglior servizio possibili ai propri abbonati, dicono. Ma è davvero così? Vediamo di capirci qualcosa. Un attuale abbonato a Mediset Premium, tanto vale che faccia un abbonamento al cinema o al teatro, perché con i suoi 19,90 euro avrà a disposizione le partite trasmesse da Dazn, che sono tre a settimana.

Dazn è una piattaforma tipo Netflix, ma dedicata allo sport. Trasmetterà l’anticipo delle 20,30 del sabato, la partita delle 12,30 della domenica, e una delle 15. Una offerta interessante solo per il match del sabato, in quanto i big match non vengono quasi mai giocati né alle 12,30, né alle 15 della domenica. Ma la cosa più divertente, è che Dazn si è aggiudicata i diritti per trasmettere via internet, quindi o hai una smart tv, o un tablet, o un qualsiasi altro device connesso alla rete, o non potrai vedere un bel nulla.

Ce lo vedete, il vostro papà, o un vostro zio, che cerca di connettere la tv Internet, per trovarsi poi a vedere Chievo vs Frosinone, detto con tutto il rispetto per le due compagini? Ma questo è solo l’inizio. Sky si è aggiudicata i diritti per sette partite della A, quindi i tre quarti dell’offerta, e di tutte le partite di della Champions League, e dell’Europa League. Come già succedeva negli anni passati, Sky nel pacchetto “Calcio” prevede solo le partite della Seria A, se vuoi vedere anche le coppe europee, devi aggiungere il pacchetto “Sport”.

Per caso durante le competizioni europee il calcio si trasforma in un altro sport? Diventa rugby?tennis?pallamano? Non si è mai capito perché non si chiami pacchetto “Serie A”, ma “Calcio”, fatto sta che con questo bel stratagemma, se vuoi seguire la tua squadra anche in Europa, devi sottoscrivere due pacchetti.

Non finisce qui. Anche Sky ha fatto un accordo con Dazn, quindi l’offerta del canale satellitare diventa apparentemente completa. Eh no! vi piacerebbe. Come vi dicevo prima, Dazn trasmette solo via internet, quindi o possedete il nuovissimo decoder SkyQ al costo di 199 euro, più altri 21,90 euro da pagare mensilmente sul vostro abbonamento attuale, o per voi Dazn è out. Attenzione però, se proprio siete dei tirchioni, potete richiedere il nuovo decoder SkyQ Black, il fratellino sfigato, costo di installazione 99 euro.

Anch’esso permette di connettersi alla rete, ma a questo punto dovrete pagare un piccolo obolo mensile di 7.99 per poter vedere le tre partite che mancano al vostro bouquet. A me sembra evidente, che una offerta così variegata e facilmente accessibile, è a tutto vantaggio di noi tifosi/consumatori. Come dire di no! Mi resta solo una considerazione: a me sembra che se i diritti sono delle tv, i doveri sono tutti nostri.

Fonte: l'autore Giuseppe Di girolamo

DI' LA TUA

0
0 COMMENTI

Inserisci qui il tuo commento

Gazzetta Fan News

Modifica password

Inserisci la password attuale: Inserisci la nuova password: Conferma la nuova password:

Grazie per il tuo commento!

Il commento sarà pubblicato appena moderato.

Grazie per aver compilato il form

A breve riceverai un feedback dallo staff di Gazzetta Fan News.

Grazie

Hai completato la tua registrazione! Inizia subito a partecipare alla community di GazzaNet

Continua la tua navigazione

Login

RECUPERA PASSWORD

Per recuperare la password inserisci la tua email.



Inserisci la tua nuova password.